Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Pontremoli, costituito il nuovo Consiglio comunale: il sindaco Ferri inizia il suo mandato

«Giurare fedeltà alla Costituzione mi ha fatto tornare indietro nel tempo quando, da militare, ho avuto l’onore di farlo innanzi alla bandiera dell’Arma dei Carabinieri»

PONTREMOLI – Il sindaco di Pontremoli Jacopo Ferri e la sua giunta, ma anche tutto il consiglio comunale, ha iniziato ufficialmente il suo mandato, confermando le nomine già uscite dal Palazzo comunale qualche giorno fa. Oltre agli atti rito e al giuramento del sindaco, sono state approvate le nomine del presidente e del vicepresidente del consiglio, rispettivamente a Michele Lecchini, componente della maggioranza, e a Elena Battaglia, della minoranza.

Sono stati costituiti due gruppi consigliari, quello di Cara Puntremal che ha riconosciuto il suo capogruppo in Massimo Lecchini, e quello di Pontremoli Più, con a capo Elisabetta Sordi, la ex candidata a sindaco. Sono stati eletti i membri della commissione elettorale composta dal sindaco stesso, da Gianmarco Corchia e Massimo Lecchini per la maggioranza, e da Mario Bassi per l’opposizione. Infine, è stata nominata la commissione giudici popolari, composta dalle consigliere Elisabetta Sordi e Annalisa Clerici.

La minoranza, che vede anche la partecipazione di Matteo Bola, ha inoltre aperto i cinque anni con la sua prima mozione: «Una mozione di solidarietà alla Cgil – hanno spiegato – e alle vittime della violenza di matrice fascista che ha devastato Roma nelle scorse settimane. Abbiamo approvato il documento a larga maggioranza, con l’astensione del neo assessore di Fratelli d’Italia Patrizio Bertolini. La ferma condanna di qualsiasi violenza e l’antifascismo, che è fondamento della nostra Costituzione democratica, sono due punti fermi, dai quali parte il cammino del Consiglio.»

«Il primo consiglio comunale da sindaco è stata un’altra incredibile emozione! – ha dichiarato il primo cittadino Jacopo Ferri sui suoi canali social –  Giurare fedeltà alla Costituzione mi ha fatto tornare indietro nel tempo quando, da militare, ho avuto l’onore di farlo innanzi alla bandiera dell’Arma dei Carabinieri. Ne sento la speciale importanza e la grande responsabilità. Adesso al lavoro per la città e per il territorio! Siamo una squadra volenterosa, capace e competente: daremo fondo alle nostre energie per fare il meglio possibile! Abbiamo tante stelle in cielo e tanto amore qui intorno a noi che sapranno guidarci verso le scelte più giuste!»