Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Rivendita fiori a Marcognano, Italia Viva: «Si rinvii la chiusura»

Più informazioni su

CARRARA – Italia Viva interviene sulla chiusura definitiva della rivendita di fiori all’interno del cimitero di Marcognano, decisa nei giorni scorsi dal sindaco Francesco De Pasquale. «La rivendite – è scritto nella nota del partito renziano – dovrà interrompere l’attività dentro al cimitero per ordinanza, chiediamo al sindaco De Pasquale di prendere tempo. Il sindaco grillino con l’emissione dell’ordinanza ha di fatto interrotto un servizio pubblico, danneggiando gravemente un’attività dal punto di vista economico, guarda caso proprio poco prima della ricorrenza della ricorrenza dei Morti e del Natale. Pur condividendo che non esistono più i presupposti perché la rivendita rimanga all’interno, una volta realizzate le strutture idonee è corretto procedere. Ma con l’ordinanza emessa si ha l’impressione che, visto che la rivendita in questione, come è noto, appartiene alla madre del consigliere comunale Massimiliano Bernardi, che dal primo giorno dell’insediamento, questa amministrazione ha messo al centro del suo programma il tema, si arriva a emettere l’ordinanza dopo oltre quattro anni senza ancora aver realizzato gli spazi idonei dando immediata esecutività si ha l’impressione che la priorità sia quella di accontentare quella parte politica che da anni voleva questa punizione, noncurante del danno arrecato agli utenti privandoli di un servizio utile oltre che dovrebbe essere perfettamente consapevole che, quest’anno più che mai, è di fondamentale importanza tutelare il lavoro dei nostri concittadini. L’ordinanza odierna rettifica quella della precedente amministrazione del sindaco Segnanini e non consente più il commercio dei fiori all’interno del cimitero di Marcognano perché sono venute meno le cause che lo permettevano, cioè il transito dei camion del marmo. Italia Viva tiene a precisare che da ora in poi l’attività potrà essere esercitata esclusivamente nelle apposite aree individuate e delimitate nel parcheggio davanti al cimitero dove saranno posizionate due nuove strutture, il Comune ne assegnerà una con bando pubblico, come previsto dalla legge. Nel frattempo, grazie alla nuova ordinanza, la rivendita di fiori è sospesa, Italia Viva chiede che venga rinviata di qualche mese la chiusura del punto vendita al fine di poter installare i due punti vendita e permettere all’attività di spostarsi senza creare un grave danno economico e d’immagine».

Più informazioni su