Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Massa-Carrara non è una provincia di serie B, rigetto la riforma del “nono” assessore»

Il consigliere regionale Bugliani (Pd) contro la proposta di aggiungere un membro al governo regionale: «Se altri adesso vogliono fare quella riforma se ne assumano la responsabilità»

MASSA-CARRARA – «Massa-Carrara non è una provincia di serie B». Lo ha affermato il consigliere regionale del Pd, Giacomo Bugliani, dopo l’arrivo in Consiglio regionale della riforma dello statuto per l’allargamento della giunta a nove assessori, l’ampliamento dell’Ufficio di presidenza e la creazione del sottosegretario. Una riforma annunciata nei mesi scorsi per portare in giunta proprio Bugliani, escluso un anno fa per «volontà di “qualcuno”» ha scritto sui social lo stesso consigliere dem.

Secondo Bugliani questa riforma è «un’offesa alla provincia di Massa-Carrara, che meritava, dopo quasi trent’anni, di essere rappresentata in giunta regionale fin da subito. Per questo sono stato io (improvvisamente e inspiegabilmente estromesso dalla giunta durante il primo Consiglio regionale per volontà di “qualcuno”) a non voler più mettere in discussione nella mia Commissione una proposta di legge che non solo era (ed è) inopportuna, ma è anche da considerarsi un’offesa alla mia terra e alla mia gente».

«Anche perché – ha spiegato il consigliere – da quella legge (anche se vogliono dirci il contrario) derivano maggiori costi della politica, poiché è evidente che nuove figure istituzionali portano con sé nuovi costi di personale. Se risparmio deve essere, lo sia per tutto e tutti e, per questo motivo, io sarò il primo a non appoggiare quella proposta di legge che da molti mesi avevo chiaramente e pubblicamente deciso di accantonare e non portare avanti nei lavori della Prima Commissione che presiedo».

«Se altri adesso vogliono fare quella riforma – ha concluso – se ne assumano la responsabilità. Io ero e sono contrario a questa riforma perché, oltre a portare un incomprensibile e inaccettabile aumento dei costi della politica, lede la mia dignità e quella della gente che rappresento. Massa-Carrara non è una provincia di serie B in Toscana e non merita un “nono” assessore».