Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Sottopassi Massa, Mencarelli (M5s): “L’assessore si accorge dei problemi solo a fine mandato”

Più informazioni su

MASSA – “E’ confortante avere un Assessore ai Lavori Pubblici che prende coscienza quasi al termine del suo mandato che al sottopasso ferroviario in Via della Repubblica non ci sono pompe per il drenaggio delle acque, ma neppure saprebbe ancora dove farle defluire e per quello di Via Marina Vecchia sembrerebbe non conoscere le cause del problema?”. E’ l’attacco della consigliera del M5s Luana Mencarelli all’assessore ai lavori pubblici del comune di Massa Marco Guidi. “Certo è che, in area Cimitero di Turano, l’acqua reflua non potrebbe essere pompata e scaricata nel canale tombato esistente perché Via delle Gorine, ogni volta che il sottopasso si riempie, contemporaneamente già va sott’acqua per l’insufficiente ricezione e con l’esplosione dei tombini della fognatura nera che riversa nella strada il suo contenuto. Ovviamente con tutte le conseguenze per chi ci vive, visto che nessuno, pur sapendo, è mai venuto poi a pulire e sanificare”.

“Le soluzioni però l’assessore Guidi le ha trovate – prosegue Mencarelli – per la criticità di Viale della Repubblica punta alla Variante Aurelia che “lì prevede lo svincolo principale del primo lotto”. Appunto, direi. E’ probabile quindi che le carte della Variante l’Assessore non le abbia neppure lette perché si sarebbe reso conto che per quell’area, che è indicata come P3, ovvero a rischio idraulico molto elevato, in realtà il progetto non prevede una vera opera risolutiva o di mitigazione, anzi rimanda al futuro la realizzazione di una vasca di contenimento di cui non è ancora neppure certa la collocazione”.

“Questa amministrazione – chiede infine la consigliera – ha per caso fatto osservazione al progetto sottoposto a VIA? No, nessuna. Hanno tenuto impegnati gli uffici di settore a progettare le piazze e piazzette, per quelle si sono trovati i tempi e le risorse, con effetti evidenti negativi su traffico e parcheggi mentre il resto ce lo mostrerà il tempo. La sicurezza di un territorio viene prima di qualsiasi altra velleità ed sono la prevenzione e la competenza che potrebbero supplire in attesa dei grandi interventi utili e necessari”.

Più informazioni su