Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Le fermate dell’autobus del nostro comune sono indecenti, pericolose, vandalizzate» foto

A dichiararlo il giovane leghista Andrea Tosi che ha effettuato dei sopralluoghi nel comune di Carrara

Più informazioni su

CARRARA – Il giovane leghista Andrea Tosi ha effettuato dei sopralluoghi nel comune di Carrara (Massa-Carrara) e ne ha riportato le sue impressioni: «Le fermate dell’autobus del nostro comune sono indecenti, per non parlare di quelle situate in località non illuminate. Alcune sono invisibili, altre pericolose, altre ancora invase da erbacce, bottiglie vuote di birra, sacchetti dell’immondizia e mascherine usate. Poco sicure, vandalizzate, sommerse dalla vegetazione, con scritte e disegni osceni. Sono molte le fermate degli autobus che andrebbero
sistemate e rese più accoglienti e il resoconto è fotografato dalle continue denunce di chi il pullman è costretto a prenderlo quotidianamente per recarsi a lavoro o a scuola. Ma ovunque sia prevista la salita o la discesa il problema è
sempre lo stesso: la sicurezza. Cominciamo il nostro “tour”, lungo viale XX Settembre: una pensilina alla Doganella ha il tetto a buchi e manca di protezioni per la pioggia, un’altra poco più su è completamente coperta dalle fronde degli alberi e dalle erbacce e, in una sorta di giungla urbana, s’intravede a malapena solo la fermata. Le strutture per lo più sono arrugginite e storte , sorgono su marciapiedi pieni di buchi e le tettoie sono sfondate spesso anche in maniera pericolosa la maggior parte non hanno panchine o se ci sono, sono fortemente danneggiate o semplicemente prive di manutenzione. In questi casi va da sé che la valutazione di mancanza di decoro urbano passa in secondo piano, mettendo prima di tutto in evidenza una valutazione di sicurezza ed incolumità delle persone, soprattutto anziane, le quali, quando per esempio piove, devono sostare nel fango perché l’asfalto è deteriorato. Sono anni che i cittadini segnalano il degrado in cui versano le pensiline degli autobus e la Lega-Salvini. Premier vorrebbe invitare il sindaco De Pasquale a recarsi quando piove e tira vento sotto una qualsiasi pensilina per ripararsi e rendersi conto personalmente della situazione. La Lega rivolge un invito anche al vicesindaco Matteo Martinelli, l’inventore della premialità sulle concessioni degli agri marmiferi, perché non chiedere un progetto di ripristino delle pensiline agli imprenditori del marmo interessati a migliorare il decoro urbano della città? Si ha dunque ragione a chiedere agli Amministratori 5 Stelle se intendono attivarsi con la massima urgenza affinché le suddette pensiline, poste nel nostro territorio, siano immediatamente messe in sicurezza e ripulite. Se le pensiline non saranno prese in considerazione si tratterà di un altro comportamento caratterizzato da menefreghismo politico, lo stesso con il quale ormai siamo abituati a convivere.»

Più informazioni su