Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrara 2022, Azione: «No ai toto nomi e sì alle primarie di centro sinistra»

CARRARA – “Azione nasce con l’intento di riportare passione, preparazione e determinazione nella politica italiana, quindi non rimarremo alla finestra per la corsa alle amministrative di Carrara, ma daremo attivamente il nostro contributo”. Anche il partito di Carlo Calenda, attraverso il coordinatore di Carrara Dennis Vatteroni, dice la sua riguardo alle amministrative 2022: “Siamo tra i fondatori del gruppo “Riformisti e Progressisti” costituitosi per riprendere in mano i temi cari alla città lasciando fuori demagogia e propaganda populista. Per questo diciamo “no” al toto nomi e sì alle primarie di centro sinistra, alle quali siamo pronti a partecipare con un nostro candidato, ma è necessario un programma condiviso da tutte le forze che decideranno di aderire. In ogni caso al tavolo della coalizione valuteremo il modo migliore per individuare chi ci dovrà rappresentare in sede elettorale”.

“Azione considera sconcertanti le parole di chi auspica una sinistra riformista che comprenda il M5S – prosegue Vatteroni – perché sono la cosa più lontana da tutto questo, come dimostra ciò che hanno fatto sul piano locale e su quello nazionale. L’attuale amministrazione aveva promesso grandi cambiamenti, che nessuno ha visto. Adesso, dopo quattro anni di letargo, in vista del traguardo elettorale, si affanna con interventi caotici e tardivi. Per questo le affermazioni di Articolo Uno sembrano più il desiderio di fare fuori qualcuno per avere più spazio per sé stessi che la ricerca di una squadra di governo capace di risolvere i problemi reali della città. Riteniamo inoltre che in questa fase uscire con candidati, sicuramente rispettabili e seri, ma senza un progetto e un percorso condiviso non sia una mossa responsabile, di sicuro coloro che vorranno legarsi ai pentastellati troveranno da parte nostra una inevitabile chiusura”.

“Nessun partito – chiude – può permettersi di mettere veti e dare patenti ad altri nell’ambito del centrosinistra, di cui è bene ribadirlo il M5S oggi non fa parte, chi desidera fare accordi con loro proceda pure, nessuno glielo impedisce, ma non parlino di campo riformista. Azione lavora per unire e non dividere il centrosinistra. Carrara ha bisogno di innovazione e coraggio, il tempo delle chiacchiere da bar è finito, adesso serve massimo impegno e lungimiranza per elevare il dibattito politico e dare alla città il futuro che merita”.