Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, Italia Viva attacca Del Nero (Articolo Uno): «Divide e provoca. Non è lui l’arbitro del centrosinistra»

CARRARA – «Dalle esternazioni di fine estate pare che Nicola Del Nero si sia attribuito la patente di decidere chi starà al centrosinistra e chi fuori, non vedo come si possa pensare che in questa situazione il problema sia Italia Viva». A parlare è Frabrizio Volpi di Italia Viva Carrara, all’alba di una lunga campagna elettorale che porterà, nel 2022, alle amministrative di Carrara.

«Noi abbiamo da sempre espresso una sola pregiudiziale sull’alleanza con il Movimento 5 Stelle e non faremo mai un ribaltone e non daremo mai vita a un governo con forze che abbiamo combattuto per evitare la distruzione della città. Noi di Italia Viva, come sostiene il nostro leader Matteo Renzi, siamo orgogliosamente costruttori, ma prima di costruire vogliamo vedere le carte, il contributo di ogni forza che sia politica o civica è ben accetto per la costruzione di un alleanza che dia una svolta alla nostra città, con progetti realizzabili e non le solite promesse demagogiche che rimangono poi irrealizzate. – continua la nota dell’esponente di Italia Viva – Se c’è un progetto di centrosinistra senza i grillini allora possiamo immaginare un programma allargato a tutte le forze politiche progressiste e riformiste. D’altronde le ansie del segretario comunale Nicola Del Nero di Articolo Uno sono rivolte soprattutto al Pd al quale mette fretta di decidere alla svelta su un tema già chiarito sia al tavolo che via stampa».

«Del Nero ha già fatto tutto da solo però, ha deciso le primarie giallorosse ed ha presentato la candidatura di Daniele Canali con l’obiettivo poi di andare avanti tutti assieme qualsiasi risultato emerga. Ma se Del Nero facesse bene il proprio mestiere affronterebbe i problemi non attraverso spot sui mass media, ma nelle sedi istituzionali: nei tavoli o tavolinetti politici (l’ultimo dei quali è stato convocato mesi fa e poi si è fermato). Non occorre poi essere degli intellettuali per capire che il segretario di Articolo Primo sta facendo il suo mestiere di sempre: dividere e provocare. Con la sua infelice uscita sta cercando di dividere la coalizione del Polo Progressista attaccando Italia Viva, – conclude Volpi – che è sempre più forte e coeso, ma proprio per questo atteggiamento provocatorio, proponendo l’alleanza con chi ha mal governato in questi 5 anni, la risposta del Pd dovrebbe essere immediata ed improntata sulla lealtà e sulla trasparenza».