Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Basta con gli anni del Palazzo e degli amici degli amici: serve un cambiamento profondo»

Presentata la lista "Pontremoli Più". Il candidato a sindaco Elisabetta Sordi: «La nostra squadra è pronta e l’obiettivo è riportare la nostra città al centro di un percorso di sviluppo, come motore del territorio»

PONTREMOLI – “La nostra squadra è pronta e l’obiettivo è riportare la nostra città al centro di un percorso di sviluppo, come motore del territorio”. Sono le parole del candidato a sindaco del centrosinistra per Pontremoli Elisabetta Sordi. “Basta con gli anni del Palazzo e degli amici degli amici incapaci di elaborare strategie e progetti.
Dobbiamo avviare un percorso di cambiamento profondo che deve vedere la partecipazione di tutti i cittadini. Abbiamo creato una lista assicurandoci che i partecipanti fossero pronti ad affrontare una competizione che va ben oltre la campagna elettorale. Per la prima volta ci sono e ci saranno le risorse per avviare un cambiamento profondo delle condizioni di vita dei pontremolesi: trasporti, sanità, scuola, lavoro, rilancio dell’economia. Per cogliere queste opportunità dobbiamo essere capaci di lavorare insieme. Uniti si vince, anche sul fronte dei finanziamenti che finalmente sono a portata di mano. Unite le forze politiche del centro sinistra, uniti i Comuni della Lunigiana, unite le associazioni dell’economia e del sociale”.

La lista “Pontremoli Più” presenta 11 soggetti al fianco del candidato Sindaco Elisabetta Sordi; sei donne dunque e sei uomini di diversa estrazione politica e della società civile che daranno tutto il loro impegno nella campagna elettorale per creare le condizioni di un nuovo governo partecipato e competente.
“L’elemento fondamentale della squadra è la condivisione di valori e di obiettivi – dice Sordi- la trasparenza sarà il nostro cavallo di battaglia. Nessun’ombra sui nostri candidati, onestà e competenza le leve della macchina che stiamo costruendo”.

Pontremoli Più si è preparata a una campagna che coinvolgerà tutti e che farà del porta-a-porta lo strumento di contatto, confronto e coinvolgimento con tutti gli elettori. “Riporteremo al voto i cittadini che per delusione non si sono presentati alle scorse elezioni (44%!) – conclude la candidata a sindaco – il programma di cambiamento e partecipazione farà capire quanto sia urgente la Grande Svolta, quanto ci sia bisogno di democrazia e di chiudere la lunga stagione di isolamento voluta dalla destra che ha rinchiuso Pontremoli in un recinto sterile governato dai soliti noti per preservare un potere che passa di padre in figlio, come in una monarchia”.