Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Il sindaco Baracchini ha giocato su due tavoli. Manca di chiarezza»

Più informazioni su

PONTREMOLI – «Le fotografie del furgoncino dell’Istituto Belmesseri Pacinotti che scarica un cancello nella villa del Sindaco sono l’ennesimo episodio in cui l’amministrazione Ferri – Baracchini piega etica pubblica e rispetto delle regole a proprio piacimento». Inizia così il comunicato firmato dai consiglieri di opposizione del Comune di Pontremoli.

«A prescindere dalla valutazione di eventuali responsabilità della Baracchini, che non compete a noi, abbiamo il dovere di condannare eticamente e politicamente certi comportamenti e certe cattive abitudini, a maggior ragione in un periodo in cui le persone stanno vivendo una dura prova e stanno facendo sacrifici enormi per ripartire. La Baracchini, da dirigente scolastico, avrebbe potuto evitare di usare un mezzo della sua scuola per scopi esclusivamente personali. – continua il comunicato – Oltretutto, anche la scelta di farsi fornire servizi e prodotti a costo ridotto, praticamente pagando solo il materiale, appare veramente fuori luogo, dal momento che sarebbe stato giusto pagare equamente i lavoratori anziché giovarsi del lavoro degli studenti. Ben vengano attività per aiutare la scuola e per favorire la formazione, ma non a favore del dirigente scolastico. Peraltro, con lo stesso suo Istituto, da Sindaco, ha fatto stipulare al Comune svariate convenzioni per dotare Pontremoli di panchine, luminarie natalizie e scritte alquanto discutibili. Così come gli studenti del suo Istituto hanno lavorato per ogni sorta di evento sul territorio».

«In questo modo la Baracchini ha giocato su due tavoli, agendo, allo stesso tempo, come Sindaco e come Dirigente Scolastico. Evidentemente questo comportamento è soltanto la punta dell’iceberg di una prassi consolidata dell’attuale maggioranza. La Baracchini passerà, come forse passeranno altri esponenti dell’attuale maggioranza, ma il metodo di chi oggi governa Pontremoli (speriamo ancora per poco) non cambierà. La colpa più grave di questa amministrazione è la mancanza di chiarezza e trasparenza nella distinzione tra pubblico e privato, tra interesse pubblico e interessi particolari. – conclude il comunicato – Pontremoli ha bisogno di tornare a mettere al centro e a perseguire l’interesse pubblico».

Più informazioni su