Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Cava Fornace, Italia Nostra contro lo scarico del percolato in fogna: «Soluzione molto rischiosa»

MONTIGNOSO – Italia Nostra ha sottoscritto l’interpellanza, inoltrata alla Regione Toscana dai comitati dei cittadini di Montignoso e di Strettoia, richiedente un parere sulla pericolosità del percolato che si forma dai rifiuti stoccati in cava Fornace e che la società Paa, che gestisce l’impianto, vorrebbe scaricare nella pubblica rete fognaria che attraversa buona parte del territorio di Montignoso e Massa, per smaltirlo nel depuratore situato a ridosso del fiume Lavello.

«Conoscendo le condizioni della rete fognaria e del depuratore ci pare una soluzione molto rischiosa per l’ambiente e per la salute pubblica. – scrivono da Italia Nostra – Ad ogni forte temporale dalla rete fognaria fuoriescono i liquami che la percorrano e dal depuratore questi tracimano nel Lavello finendo in mare, inquinandolo e rendendolo non balneabile. La risposta pervenuta dall’assessorato all’Ambiente della Regione Toscana rimandava la responsabilità ai sindaci dei Comuni coinvolti (Pietrasanta, Montignoso e Massa), chiedendo loro di esprimersi e di dare il proprio parere in merito: se autorizzare o no l’uso delle rete fognaria pubblica per lo smaltimento del percolato».

«Per i nostri amministratori questi timori paiono essere totalmente infondati, – conclude Italia Nostra – a quanto pare, tant’è che non hanno espresso alcun parere: evidentemente per loro la rete fognaria è strutturalmente perfetta, non si creerà alcun problema allo smaltimento quotidiano di migliaia di litri di percolato e il depuratore, che già ora lavora con estrema difficoltà a svolgere il suo lavoro, sarà in grado di sopportare questo ulteriore sovraccarico senza compromettere ulteriormente».