Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

La consigliera Roberta Dei e Mauro Rivieri fuori da Forza Italia: la decisione di Mallegni

E Luca Guadagnucci replica: «Dispiace subire ingiustificati e infondati attacchi personali da parte di una collega con la quale si ha un rapporto cordiale, anche se certamente non di stima, che è doveroso riservare per chi ha idee e la capacità di esprimerle e difenderle»

MASSA – La consigliera comunale di Massa Roberta Dei e Mauro Rivieri fuori da Forza Italia. È il senatore Massimo Mallegni, coordinatore regionale del partito azzurro, a inviare una lettera al coordinatore nazionale Antonio Tajani, e al capo dell’organizzazione Gregorio Fontana, in cui mette nero su bianco che i due non potranno rinnovare l’iscrizione a Forza Italia.

«Cari amici – ha scritto Mallegni – purtroppo nonostante i vari tentativi di “recupero” ai sensi dell’art.7 comma 2 del Regolamento per le adesioni a Forza Italia (approvato dal comitato di presidenza dell’11 ottobre 2018), esprimo parere negativo in merito alle richieste di adesione a Forza Italia inoltrate da “Dei Roberta” e “Rivieri Mauro” residenti nel comune di Massa (Massa-Carrara). La motivazione è legata alla loro mancata adesione ai valori fondanti di Forza Italia. La consigliere Dei ha lasciato il gruppo consiliare di Forza Italia costituendone un altro e di fatto passando all’opposizione, le sue votazioni sono quasi sempre contro la nostra amministrazione comunale, si esprime pubblicamente contro il movimento e la maggioranza che guida la città, rinnega il valore del garantismo, sia in Consiglio comunale che sui vari articoli di stampa con reiterate posizioni giustizialiste. Tutto questo solidalmente con il Rivieri che coordina l’attività della Dei all’esterno del Consiglio Comunale».

E sul caso interviene anche il consigliere comunale di Forza Italia, Luca Guadagnucci. Riportiamo di seguito il suo intervento.

La signora Dei entrò in Consiglio comunale quale esponente di Forza Italia, per poi passare, in breve tempo, nel Gruppo Misto, ma, più propriamente, nelle mani dell’opposizione di estrema sinistra (famoso il video di Consiglio Comunale ove viene “preparata” da un esponente di Potere al Popolo). Si evidenzi, tra l’altro, per gli osservatori meno attenti, che la Consigliera Dei non ha più nulla a che fare con Forza Italia, come espressamente comunicato dal Coordinatore Regionale del Partito del cavaliere che esprimeva “parere negativo” sulla adesione di Roberta Dei e Mauro Rivieri.
Di recente, il livore della consigliera del Gruppo Misto e dei suoi nuovi “suggeritori” (signori Rivieri e Cipollini), nei confronti di Forza Italia, ha determinato un acritico appoggio di Roberta Dei all’operato dell’amministrazione Persiani (utilizziamo il termine acritico non a caso, infatti non si rinviene un solo episodio nel quale la consigliera Dei abbia espresso in Consiglio Comunale un pensiero compiuto, come avrà potuto agevolmente constatare chi segue le sedute della pubblica assise).
Per quanto riguarda lo scrivente, è incontestabile e non si teme smentita che sia stato il protagonista principale della stesura definitiva del Regolamento degli Agri Marmiferi, senza contare il costante lavoro di analisi e studio degli atti sottoposti al controllo ed approvazione della Commissione Urbanistica, svolto con l’apporto dei validi colleghi che la compongono. Tra l’altro, di recente, proprio grazie all’accoglimento di una Mozione di Forza Italia, si è provveduto ad avviare l’iter di rafforzamento degli Uffici del Settore Urbanistica, per andare incontro alle esigenze di speditezza proprie di quei cittadini che vogliono accedere al Superbonus 110%, Ecobonus 110% e Bonus facciate.
Si aggiunga la risoluta presa di posizione del sottoscritto e di Forza Italia avverso la realizzazione dell’originario progetto della “nuova” Piazza Stazione, che confidiamo subirà delle significative modifiche in corso d’opera, proprio nel senso da noi prospettato: aumento della quantità di verde, eliminazione dell’inutile e costoso anfiteatro, miglioramento della viabilità ed aumento del numero di parcheggi.
Quando lo scrivente contesta atti o progetti dell’Amministrazione Comunale si esprime argomentando le proprie posizioni, così è avvenuto anche in sede di discussione dei Pabe, e non si limita a votare senza giustificare le proprie decisioni, come invece è solita fare la consigliera Dei nonostante l’apporto dei numerosi “consiglieri esterni”, che però non paiono in grado neppure di scriverle un testo da leggere in Consiglio Comunale (d’altra parte il tenore ed i contenuti del comunicato di accusa, nei confronti del sottoscritto e del Consigliere Alberti, li certifica per quel che sono).
Dispiace subire ingiustificati e infondati attacchi personali da parte di una collega con la quale si ha un rapporto cordiale, anche se certamente non di stima, che è doveroso riservare per chi ha idee e la capacità di esprimerle e difenderle, o quantomeno, nel caso specifico, la volontà di studiare gli atti e valutare i progetti proposti dalla Amministrazione Comunale, aspetti assai carenti per quel che riguarda la Consigliera Dei, e che invece dovrebbero essere imprescindibili stante il ruolo che ricopre.
In merito alle accuse rivolte al collega Alberti sarà il Consigliere del Pd a replicare, se lo riterrà, ma un aspetto si ritiene necessario rilevare: appare inopportuno e poco edificante contestare l’opposizione con continui riferimenti all’operato delle precedenti amministrazioni, non ovviamente in quanto non sia criticabile l’azione politica ed amministrativa di chi ci ha preceduto, ma perché adesso tocca a noi e dobbiamo fare bene, meglio di quanto si stia facendo, senza cercare giustificazioni od alibi, ed agire correttamente, guardando al futuro.
Da ultimo, una considerazione banale e di carattere generale, che ovviamente i suggeritori della Consigliera del Gruppo Misto (già ex Forza Italia, poi simpatizzante di Potere al Popolo ed attualmente acritica supporter dell’amministrazione Persiani) non sono capaci di svolgere: l’opposizione non deve essere necessariamente di sinistra.