Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Azione: «Vogliamo una posizione chiara del Pd o Carrara andrà persa»

CARRARA – A meno di un anno dal voto per le amministrative, Azione è molto preoccupata dai tentennamenti del Partito Democratico, sulla valutazione di possibili accordi sul territorio con il M5S. Interviene, così, sulla questione, il Coordinamento Azione Carrara: «Rischia di essere disastroso in termini elettorali. Non riusciamo a capire come si possa riconquistare un comune complesso come il nostro senza partire da lontano con una programmazione importante. Azione il suo lo ha fatto, individuando un percorso serio e preciso, ma avremmo piacere a ritrovare lungo la strada anche il PD. Purtroppo siamo consapevoli che un’attesa prolungata possa portare a strappi definitivi, ma del resto non possiamo nemmeno dipendere esclusivamente da ciò che imporrà Letta e i reggenti fiorentini. Ci siamo già passati quattro anni fa e il risultato è sotto gli occhi di tutti, la situazione oggi pare persino peggiore, facciamo fatica a pensare, soprattutto a Carrara, che siano state di colpo dimenticate le pesanti accuse, spesso al limite dell’insulto, lanciate in modo sistematico in passato, ai rappresentanti del centrosinistra, da chi oggi governa la città.»

«Azione – spiega Mario Lavaggi, coordinatore comunale Azione – è convinta che si stia perdendo molto tempo nel tentativo di costruire un’alleanza improbabile e improponibile, che verrà non capita e rigettata dai cittadini. La possibile nomina di Conte alla guida del Movimento 5 Stelle, all’interno di una diarchia con Grillo, porterà il movimento verso una progressiva radicalizzazione dei contenuti e delle parole chiave, contrapponendosi ai partiti che costituiscono il Centro sinistra progressista e riformista, compreso il partito di Letta. Le prime uscite del leader in pectore su temi come giustizia, fisco e le personalità che gravitano intorno al M5S targato Conte (Travaglio, Di Battista, Bonafede, Taverna, Raggi), danno il segnale deciso di una strada che non è quella che Azione intende perseguire per riprendere le redini di una città allo sbando. Auspichiamo quanto prima una presa di posizione chiara del Pd cittadino, con la speranza di arrivare a un compattamento della storica formazione di centro sinistra e non a una sua definitiva disgregazione. Carrara non aspetta e sono tanti i temi da affrontare: lavoro, salute pubblica, sicurezza, decoro urbano, marmo e porto sono temi che richiedono massimo impegno e dedizione per essere sviluppati. I carraresi aspettano risposte da troppo tempo, si erano illusi che qualcosa potesse cambiare, ma la parentesi grillina è stata del tutto fallimentare, adesso è il momento di voltare pagina e di prendere decisioni consapevoli. Non vorremmo che il Pd mettesse a segno una storica doppietta: dopo aver consegnato la città al M5S, la consegni alla destra di Salvini e Meloni.»

«L’insediamento di Conte – conclude Azione – non cambierà interpreti e modi, inutile illudersi, il litigio con il padre-padrone Grillo ha fugato ogni dubbio, auspichiamo quanto prima una presa di posizione chiara del Pd con la speranza di arrivare  a un compattamento della storica formazione di centro sinistra e non a una sua definitiva disgregazione, Carrara non aspetta e sono tanti i temi da affrontare: lavoro, salute pubblica, sicurezza, decoro urbano, marmo e porto sono temi che richiedono massimo impegno e dedizione per essere sviluppati, i carraresi aspettano risposte da troppo tempo, si erano illusi che qualcosa potesse cambiare, ma la parentesi grillina è stata del tutto fallimentare, adesso è il momento di voltare pagine e di prendere decisioni consapevoli. Non vorremmo che il PD metta a segno uno storica doppietta: dopo aver consegnato la città al M5S, la consegni alla destra di Salvini e Meloni.»