Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Gli assessori grillini hanno perso 400mila euro di finanziamenti regionale»

Più informazioni su

CARRARA – “Il famoso “bosco urbano” realizzato dai 5 stelle in via Bertolonin memoria di Roberto Casaleggio è ormai ridotto a quattro alberi spelacchiati ed erba secca, e le politiche ambientaliste sbagliate degli assessori grillini hanno fatto perdere 400.000mila euro di finanziamento da parte della Regione Toscana su interventi ambientali”. A sollevare la questione è il consigliere di ‘Alternativa per Carrara’ Massimiliano Bernardi. “I 5 stelle – prosegue -, quando perdono finanziamenti per incompetenza, non lo propagandano sulle loro pagine Facebook, e così è passato inosservato. La novità però è che, forse, nei prossimi anni il progetto potrà rientrare, seppur Carrara sia tra i comuni esclusi. Purtroppo l’amministrazione 5 stelle, nonostante si proclami ecologista, non ha mai posto, fra le priorità, quella di intervenire con misure decise ed intense nel settore dell’ambiente per migliorare la qualità della vita dei residenti”.

“Con il progetto Carrara Aria Pulita – prosegue Bernardi – per 236.000 euro non è stata ammessa al contributo regionale. L’assessore Sarah Scaletti e l’assessore Andrea Raggi avevano presentato un progetto comprensivo di 4 interventi in diverse zone del territorio. Se verrà finanziato, dicevano i due, ci permetterà di aumentare gli alberi presenti nell’ambito urbano, con 371 nuove piantumazioni. Contestualmente verrebbero realizzate nuove piste ciclabili (2,205 km) per sostenere e promuovere la riduzione dell’emissione di gas climalteranti, ma tranne i discorsi a vuoto, nulla di tutto ciò si avvererà. I grillini in 4 anni non sono mai interventi su spazi pubblici esistenti  riequilibrando gli ecosistemi, per esempio con l’introduzione di piante in linea con quelle naturalmente presenti sul nostro territorio. E nemmeno  in ambito infrastrutturale per favorire l’accessibilità alle aree verdi e ai servizi, potenziando i percorsi ciclopedonali. Credo sia importante che anche il nostro Comune faccia la sua parte, nella tutela ecologica contro il riscaldamento globale e l’inquinamento”.

“Per quanto riguarda le piante – rincara il consigliere – è sotto gli occhi di tutti lo scempio dei pini marittimi e la loro sostituzione che in linea con la forestazione locale. Le scelte avrebbero dovuto ricadere su piante con la caratteristica principale di essere quelle con la più alta capacità di sequestro di anidride carbonica e sostanze inquinanti. Un altro risultato più che scadente da parte dei grillini che testimonia il grande bluff ambientalista propagandato da sempre, ma mai messo in pratica. Senza possibilità di smentita è evidente che la soluzione progettuale che è stata presentata in Regione non ha saputo rappresentare al meglio un piano di sviluppo urbano per la nostra città, e per questo è stato bocciata. Questi fondi, integrati dal cofinanziamento del Comune avrebbero consentito di migliorare l’ambiente, nell’ambito della strategia regionale ‘Toscana Carbon Neutral’, che punta a neutralizzare le emissioni climalteranti entro il 2050, visto che la situazione della nostra citta è grave: infatti, tra i 63 che presentano maggiori criticità in relazione ai livelli di qualità dell’aria, è stata inserita purtroppo anche Carrara”.

“La speranza – conclude Bernardi – è che, come promesso dall’assessore all’ambiente Monia Monni, la Ragione possa soddisfare nel 2022 e 2023 anche tutte le altre domande escluse, al fine di poter abbattere l’inquinamento atmosferico anche nella nostra città attraverso l’aumento del verde, ma anche con la realizzazione di piste ciclabili o interventi destinati a ridurre le emissioni inquinanti. Per ora siamo sicuri che i nostri due amministratori Sarah Scaletti e Andrea Raggi hanno fallito e perso un finanziamento di 400 mila euro,  per il resto speriamo in un futuro migliore”.

Più informazioni su