Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Caso Serinper, la minoranza presenta la mozione per la commissione di indagine

A sorpresa, nei giorni scorsi Stefano Benedetti, presidente del Consiglio comunale massese, si era detto favorevole a questa eventualità, già rigettata nel dicembre 2020

MASSA – Caso Serinper, la minoranza del Comune di Massa ha ufficialmente presentato la mozione per l’istituzione della commissione di indagine interna. Sulla questione nei giorni scorsi era intervenuto anche il presidente del Consiglio comunale, Stefano Benedetti, che si era detto, non senza sorpresa, favorevole a questa possibilità.

La mozione era già stata presentata nel mese di dicembre, ma respinta per la costituzione interna alla giunta Persiani di una prima commissione conoscitiva. «Il Consiglio comunale veniva in tal modo depauperato del suo ruolo di controllo, – si legge nel testo della mozione – di monitoraggio e di valutazione in merito ad una vicenda di indubbio interesse pubblico, oltre che drammatica; dato atto che non esiste nessuna norma dello Statuto, né del Regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale che impedisca l’istituzione di una Commissione Consiliare di indagine, composta da consiglieri comunali eletti dai cittadini,a fronte di una commissione conoscitiva interna già istituita dalla giunta».

«Dato atto, al contrario, che è una prerogativa istituzionale, riconosciuta all’art.28 del Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale , la costituzione di una commissione di indagine composta dai consiglieri comunali, mentre nessuna previsione statutaria e regolamentare prevede l’istituzione di una commissione conoscitiva da parte della giunta e del sindaco; – continua il testo della mozione – dato atto che non sussiste alcun impedimento normativo e, soprattutto che non vi è più nemmeno alcuna possibilità di interferenza con le indagini della Procura della Repubblica, poiché le indagini preliminari aventi ad oggetto i fatti che coinvolgono il Comune di Massa, si sono già concluse, come è fatto notorio alla cittadinanza intera. Il consiglio comunale si impegna a costituire una commissione di indagine».