Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Il prosieguo dei Consigli da remoto è una decisione democratica. Tutto il resto è noia»

Il presidente dell'assemblea massese, Stefano Benedetti, risponde alla deputata Pd, Martina Nardi: «Nessun abuso di potere»

MASSA – «Ho letto con molto interesse che l’onorevole Martina Nardi si dedica ai Consigli comunali di Massa e che nel farlo si è appellata al ministro dell’Interno per un ipotetico abuso di potere da parte del sottoscritto, per il solo fatto di aver deciso di continuare i Consigli comunali online per un motivo di sicurezza e quindi a garanzia del l’incolumità dei partecipanti» Sul caso del prosieguo dei Consigli comunali da remoto arriva la risposta del presidente dell’assemblea massese, Stefano Benedetti.

«Dagli ultimi interventi pubblici del fenomeno Nardi, in primis quello sul luna park e su altri parchi giochi della città – replica il presidente – si intuisce che la stessa non ha molti argomenti da affrontare, magari strategici per il nostro territorio, ma con questa nuova iniziativa è riuscita a superare se stessa. Forse non conosce bene le regole della democrazia e magari ignora che il Consiglio comunale è sovrano, ovviamente, sempre nel rispetto delle regole. Infatti, la decisione di continuare a svolgere i Consigli in videoconferenza, è stata assunta dalla maggioranza dei consiglieri che riuniti dal sottoscritto, hanno evidenziato tutte le problematiche di un eventuale ritorno in presenza, chiedendo in modo chiaro e determinato di evitare ogni rischio legato all’emergenza covid e il sottoscritto di fronte a questa proposta non ha potuto fare a meno di prenderne atto e accoglierla».

«Faccio altresì notare – aggiunge Benedetti – che la minoranza invitata a partecipare ha disertato la riunione, non partecipando in questo modo al dibattito e tanto meno alla decisione finale. Infine, ribadisco che il nostro comune nel suo complesso, quindi anche con le partecipate e controllate, non ha conosciuto direttamente il fenomeno covid e ha saputo affrontare l’emergenza nel migliore dei modi. Ringrazio per l’interessamento l’onorevole Martina Nardi e gli faccio i miei migliori auguri per un lavoro parlamentare più interessante e produttivo a favore della nostra comunità e del nostro territorio. Tutto il resto è noia».