Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«La Variante Aurelia aggrava la situazione attuale: ecco lo studio che lo dimostra»

Più informazioni su

MASSA – Il Movimento 5 Stelle di Massa torna a parlare del progetto della Variante Aurelia, stavolta alla luce dello studio di un ingegnere: il professor Pratelli, docente a cui fu affidato il lavoro di ricerca sui flussi di traffico nel nostro territorio comunale nel 2010, prodromici alla redazione del PUT-PUM (Piano Urbano Traffico). Lo studio completo – fanno sapere dal M5s i consiglieri Luana Mencarelli e Paolo Menchini – viene ancora oggi utilizzato dal Dipartimento di Ingegneria civile dell’Università di Pisa nello svolgimento di Corsi accademici sui sistemi di trasporto, perché costituisce un buon esempio di quella che in ambito tecnico viene indicata come una “Best Practice” per la messa a punto di uno strumento decisionale come un PUT.

“Siamo venuti a conoscenza di quello studio di ricerca – spiegano Menchini e Mencarelli – e abbiamo contattato direttamente il Prof. Pratelli che ne ha confermato la validità. Quel lavoro sui flussi di traffico prevedeva ben 8 scenari, oltre a quello zero, prospettati per il raggiungimento degli obiettivi di ri-distribuzione del traffico e risposta alle esigenze di cittadini e territorio con soluzioni tutte diverse e si specifica anche che questi 8 scenari progettuali sono stati definiti in accordo con l’Ufficio Tecnico del Comune di Massa. Lo scenario 6 prevedeva la realizzazione del tracciato della Variante Aurelia con “nuova strada da Via Pellegrini alla zona del mercato di Jare” ed era stato dimostrato come quell’opzione sarebbe stata negativa con risultati peggiori rispetto alle performances anche rispetto allo scenario 0, ovvero la situazione storica lasciata immodificata. La realizzazione della Variante Aurelia non diventava accettabile secondo lo studio neppure se realizzata insieme a un “nuovo raccordo stradale in prossimità dell’Autostrada A12”, scenario 8. A questo punto ci chiediamo perché ci si voglia ostinare a sostenere un’opera che, dati alla mano, già era stato dimostrato dallo studio di ricerca che purtroppo non sarebbe risolutiva, ma che addirittura aggraverebbe la situazione attuale e in Comune ne sono evidentemente a conoscenza. Visto che nello studio sono già pronti scenari risolutivi, e ben 7, più l’opzione 0, prospettano tutti risultati migliori della realizzazione della Variante, senza ulteriore indugio sarebbe stato opportuno tra quelli individuare quello da concretizzare”.

“Rimane comunque sempre attuabile – concludono gli esponenti del M5s – immediatamente la deviazione dei mezzi pesanti, che transitano sull’Aurelia utilizzando la tratta Versilia – Massa e viceversa, sull’autostrada, a questo si potrebbe aggiungere la stesura di asfalto fonoassorbente a partire da Turano e per tutta via Carducci migliorando la qualità di vita dei residenti”.

 

Più informazioni su