Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

I sindaci della Lunigiana uniti: «Il nostro presidio ospedaliero diventi unità operativa complessa»

La mozione firmata dai primi cittadini e approvata all'unanimità dal Consiglio comunale di Pontremoli, diretta all'assessore regionale alla Sanità e all'Asl

LUNIGIANA – «I sottoscritti sindaci, assessori e consiglieri comunali della Lunigiana, alla luce del bando di selezione pubblicato in merito dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, ribadiscono l’importanza strategica e la necessità di dotare la direzione medica del Presidio Ospedaliero della Lunigiana di autonomia organizzativa e finanziaria». Inizia così la mozione firmata dai sindaci della Lunigiana e approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di Pontremoli, diretta all’assessore regionale alla Sanità e all’Asl.

I firmatari ricordano di aver assunto in proposito «una chiara e formale posizione politico-amministrativa attraverso l’approvazione e la condivisione nei rispettivi consigli comunali di una mozione unanimemente condivisa. Pertanto, dal momento che il bando in essere non risponde in alcun modo alla richiesta di autonomia chiaramente formulata, chiedono che tale procedura venga sospesa o revocata prima della conclusione delle fasi della selezione».

I sindaci di Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Licciana Nardi, Pontremoli, Tresana, Villafranca Lunigiana, Zeri «chiedono, infine, che la Direzione medica di presidio ospedaliero Lunigiana venga costituita come Unità Operativa Complessa, garantendo che l’Unità Operativa in questione risponda direttamente al Responsabile della Zona Ospedaliera».