Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Per Borghi in Festival peggio la toppa del buco», Marini (Fi) boccia la giunta Giannetti

FIVIZZANO – «Era lecito attendersi dal sindaco Giannetti e dall’assessore alla cultura Nobili il mea culpa sul caso borghi in festival». Interviene Vittorio Marini, coordinatore comunale di Forza Italia Fivizzano (Massa-Carrara) sulla questione che ha visto il Comune di Fivizzano partecipare in solitaria al bando “Borghi in Festival” emesso dal Ministero della Cultura e vinto dagli altri comuni lunigianesi che hanno presentato un progetto condiviso.

«Invece i due – prosegue – hanno provato a mettere alla vicenda una toppa che è risultata addirittura peggiore del buco. Partecipare al bando insiemi agli altri Comuni della Lunigiana era l’unica maniera per fare rete e soprattutto centrare l’obbiettivo di un cospicuo finanziamento. Invece Fivizzano ha deciso di andare da sola e ha perso. Cosa grave sia perché Giannetti è l’assessore al turismo dell’unione dei Comuni, sia perché a sbagliare sono stati in due, sia il sindaco, sia l’assessore alla Cultura.

Bocciatura, quindi, senza appello per l’amministrazione comunale: «Quando era lecito aspettarsi che gli amministratori riconoscessero l’errore è arrivato, invece, il secondo scivolone: una difesa ad oltranza del proprio operato. Ma come dicevano i nostri padri “le chiacchiere non fanno farina”: contano i fatti e i fatti dicono che Fivizzano non ha ricevuto nessun finanziamento mentre gli altri 12 Comuni della Lunigiana hanno portato a casa 250 mila euro. Quindi la scelta di Nobili e Giannetti, seppur legittima, si è rivelata sbagliata. Si può concludere con un altro detto che appare quanto mai azzeccato: “un bel tacer non fu mai scritto”».