Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Tutto per Massa: «Intitolare un luogo pubblico a Falcone e Borsellino»

Più informazioni su

MASSA – «Dopo quasi 30 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio del 1992 che hanno visto morire per mano di Cosa Nostra a Palermo i due Magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l’associazione di promozione sociale Tutto Per Massa lancia una petizione per chiedere l’intitolazione di un luogo della nostra città alla memoria dei due giudici, degli uomini e delle donne della scorta e di tutte le vittime della mafia». Con queste parole si apre il comunicato di Tutto per Massa, dopo la scarcerazione di Brusca.

«In Italia sono oltre 1000 i morti per mano della mafia, -spiega Francesco Mangiaracina, fondatore di Tutto per Massa – eppure ancora oggi veniamo purtroppo raggiunti da notizie scioccanti che sanno di beffa, come quella della scarcerazione di Giovanni Brusca. Proprio per questo, in queste settimane a cavallo tra le date tragicamente simboliche delle stragi dove sono venuti a mancare per essersi opposti alla mafia i Magistrati Falcone e Borsellino, lanciamo la nostra petizione per chiedere all’amministrazione comunale l’intitolazione di un luogo in loro memoria. Sono questi i momenti importanti nei quali bisogna lanciare segnali forti contro la mafia e i suoi aguzzini. Intitolare un luogo in tempi brevi sarebbe la migliore risposta che Massa potrebbe dare per onorare chi, consapevole da sempre di essere un bersaglio della mano mafiosa, ha lottato contro ogni forma di sopruso e criminalità, costituendo un esempio da seguire per chi ancora crede nei valori della legalità e della libertà».

«Sono passati pochi giorni dall’assurda notizia della scarcerazione di Brusca lo “scannacristiani” noto anche come “verru” (il porco in siciliano), decisione – dichiara Andrea De Angeli, presidente di TpM – che anche se in punta di diritto risulta purtroppo essere ineccepibile, di certo, come associazione di promozione sociale, non possiamo considerare giusta perché lo Stato ha di fatto assecondato il gioco di un feroce criminale. Anche per rispondere in maniera forte a questa decisione discutibile che dimostra che non sempre diritto fa rima con giustizia, martedì 15 al mercato cittadino di Massa partirà ufficialmente la nostra raccolta firme per intitolare, finalmente anche a Massa come in migliaia di città italiane, una piazza, una strada o un qualsiasi altro luogo alle vittime della mafia».

«Il 23 maggio e il 19 luglio sono date che ci ricordano il sacrificio di due grandi uomini di stato, – conclude De Angeli – i due Magistrati hanno rappresentato quella che dovrebbe essere la vera essenza dello Stato nella lotta alle vecchie e nuove mafie. Rendere loro omaggio significa rendere omaggio a tutti i morti per mano mafiosa. Per questo invitiamo i nostri concittadini a firmare la petizione passando dai gazebo che si svolgeranno in città ed a contattandoci telefonando al numero 366 50 51 320 per qualsiasi informazione».

Più informazioni su