Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Polo Riformista Carrara: «Che il consiglio comunale torni subito in presenza»

CARRARA – A chiederlo a gran voce sono Azione, il Partito Repubblicano Italiano, il Partito Socialista, Italia Viva e +Europa: «Finalmente hanno riaperto in sicurezza i cinema, le palestre, i bar e i ristoranti; invece il consiglio comunale a Carrara resta chiuso a consiglieri comunali e cittadini, lasciando un vuoto totale di partecipazione e trasparenza. A Palazzo le norme anti-Covid vengono applicate a corrente alternata dall’amministrazione, con molti dipendenti che quotidianamente assolvono al loro dovere in presenza, oltre a quelli in smart working. Il M5S ritiene invece che i consiglieri comunali vadano preservati con l’adozione di particolari cautele;  i consigli comunali online, tra problemi di connessione e difficoltà di funzionamento, di fatto non consentono all’opposizione di svolgere al meglio il suo mandato. E’ evidente che la  maggioranza  preferisce nascondersi dietro motivazioni inesistenti, e sottrarsi al confronto. Il “palazzo di vetro”, simbolo di una trasparenza sbandierata dalla giunta, “grazie” al Covid  è diventato una fortezza sempre più inavvicinabile per i cittadini, e lontano dai loro reali bisogni. Con il ritorno della Toscana in zona gialla, e con la diminuzione dei positivi, il consiglio comunale deve tornare a riunirsi in presenza, rispettando tutte le norme di sicurezza dei protocolli anti-contagio previsti. Comprendiamo la crescente difficoltà ad un confronto con i cittadini e le opposizioni, dopo 4 anni di promesse disattese, ma non si può sfuggire per sempre al giudizio politico di Carrara e dei Carraresi».