Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«L’amministrazione vuole aprire un Luna Park in zona industriale». Barotti scrive al ministro Giorgetti

Più informazioni su

MASSA – «La notizia che il Luna Park di Vittoria Apuana possa insediarsi, stante la decisione del Comune di Forte dei Marmi di realizzare un parco, in area ex Dalmine evidenzia l’assoluta assenza di una politica industriale, del lavoro, di una visione di reale rilancio del settore produttivo da parte della destra sovranista. Ho l’impressione che il sindaco Persiani sia convinto di contrastare la disoccupazione con la sola riapertura, tralasciando gli effetti sul piano ambientale, di alcune cave dismesse quando, invece, si dovrebbe agire per valorizzare il marmo, aumentare la lavorazione locale, far ripartire la meccanica applicata al lapideo; ed ancora, che il sindaco, l’assessore Balloni pensino che la rinascita del turismo, del commercio passi da una ruota panoramica, qualche scivolo d’acqua e da un Luna Park». A parlare è Andrea Barotti, consigliere comunale di Arcipelago Massa.

«Credo che se la giunta avesse le convinzioni poc’anzi citate i cittadini dovrebbero sperare in un’assunzione di responsabilità di una componente della maggioranza o per far stravolgere la politica dell’amministrazione o per far terminare anzitempo l’esperienza di governo della destra sovranista; – aggiunge Barotti – una gestione della città dimostratasi deludente, lontana dalle esigenze dei cittadini, chiusa in se stessa, carente di idee innovative, sorda alle richieste di chiarimento su vicende che riguardano la tutela ambientale, priva di una visione di città e di sviluppo. La possibilità che un Luna Park venga aperto in zona industriale, a pochi passi dai capannoni della nautica o di altri settori produttivi, dimostra come non si riesca a trarre insegnamento dagli errori del passato basti considerare il cinema multisala aperto in una palazzina ex Dalmine, la costruzione della “palestrona” davanti ad un polo chimico, per non parlare dei centri direzionali. Una amministrazione che miri alla crescita dovrebbe incentivare la nascita di start up, favorire la ricerca negli ambiti manifatturieri presenti sul territorio, attrarre imprese ad alto contenuto tecnologico, recuperare le aree dismesse avvalendosi del Czia per contrastare la speculazione e permettere l’insediamento di nuove aziende. Il sindaco Murzi, al contrario di Persiani, ha dato prova di ben sapere quale sia l’interesse da realizzare e difendere per l’economia del Forte, di conoscere cosa sia utile per il turismo del territorio che rappresenta e così si è posto contro l’ampliamento del Porto di Marina di Carrara (nostra insostituibile risorsa, porta sul mondo) ed ha “sfrattato” il Luna Park per realizzare un’area verde di pregio (i nostri parchi non versano in buone condizioni ed il giardino Ducale attende un concorso di idee)».

«L’ipotesi che il Luna Park venga aperto in area ex Dalmine mi induce a riflettere se gli Uffici Comunali abbiano considerato che la Zona Industriale Apuana è nata con Legge nazionale; una legge dello Stato ha disposto che a Massa ci fosse un’area produttiva guidata da un consorzio. Le superfici occupate dai capannoni, attivi o dismessi, sono state strappate ai contadini per lo sviluppo manifatturiero del nostro comprensorio e, più in generale, del paese. Credo che non si debba mai dimenticare l’origine di ciò che abbiamo oggi. Mi domando se il ministro Giorgetti, il segretario della Lega Salvini quando parlano di crescita, di industria, manifattura, esportazioni, artigiani, di impiego delle risorse europee per le imprese si riferiscano anche alla possibilità di installare delle giostre in un’area a vocazione produttiva; mi chiedo se la Lega nazionale abbia proposto a Draghi di abbandonare l’idea di reindustrializzazione del paese per puntare sulle giostre. – chiude Barotti – In conclusione, desiderando capire quale sia l’opinione del ministro Giorgetti gli scriverò una lettera anche per stabilire se nella Zona Industriale Apuana di Massa, istituita con legge nazionale, sia possibile aprire un Luna Park e se questa sia l’idea di sviluppo del PNRR, del governo oltre che della Lega».

Più informazioni su