Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Fosso Poveromo, Fantozzi (Fdi) alla Regione: «Sospendere o modificare il progetto idrovora»

TOSCANA –  Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi ha presentato un’interrogazione sui fatti dell’idrovora di Fosso Poveromo a seguito di un sopralluogo nella zona, accompagnato dal coordinatore provinciale di Fdi, Marco Guidi.

«Ho chiesto alla Regione se intende sospendere o modificare il progetto dell’impianto idrovoro previsto sul fosso di
Poveromo, e se intende utilizzare gli stanziamenti, ottenuti per il progetto, per intervenire sul reticolo idrografico del Poveromo e del Magliano ad esso collegato, dove il rischio idraulico è reale. Si tratta di un progetto molto oneroso per le casse pubbliche. Vogliamo conoscere i dati tecnici che giustificano e privilegiano questa rispetto ad altre
soluzioni».

«Ho anche chiesto se l’Ente attuatore, il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, ha richiesto la verifica di impatto ambientale – sottolinea Fantozzi – Il progetto, per cui il Consorzio di Bonifica ha ottenuto più di 5 milioni di euro, è finalizzato a ridurre le criticità idrauliche dell’area. Ma, invece, di procedere al ripristino del reticolo minore del fosso Poveromo, vuole intervenire con un allargamento dell’alveo nel tratto terminale, attualmente già adeguato alle portate duecentennali e dove mai si sono verificati allagamenti. Si vorrebbe installare un’idrovora sproporzionata che costa 2 milioni e mezzo di euro come impianto, senza definirne i costi di manutenzione».

«Lo smisurato allargamento delle sezioni – conclude Fantozzi – provocherebbe un irrimediabile danno paesaggistico e naturalistico all’habitat, la presenza dell’idrovora restringerebbe lo spazio adibito a spiaggia libera. Inoltre, l’opera
cancellerebbe l’unica area naturale fociva presente sul litorale massese, un tratto di arenile da tutelare in una zona colpita da una forte erosione».