Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

“Sos covid”, oltre 1 milione e 666mila euro ai Comuni di costa per contributo affitti e buoni spesa foto

Il progetto siglato dai Comuni di Massa, Carrara e Montignoso, insieme all'Asl, vedrà arrivare importanti risorse dal fondo sociale europeo. Parte delle risorse verranno destinate anche al sostegno domiciliare per i positivi covid

MASSA – Nella sala della giunta del Comune di Massa è stato presentato il progetto siglato tra i comuni di costa della provincia di Massa-Carrara (Massa, Carrara e Montignoso) e Usl dal nome “Sos Covid: mai più soli”. Il sindaco di Massa Francesco Persiani, in rappresentanza del Comune capofila di questo progetto, ha illustrato le azioni di questo progetto, finanziato dal fondo sociale europeo, con lo scopo di aiutare le fasce più basse della popolazione dei 3 comuni, più colpite dall’emergenza sanitaria ed economica della pandemia.

Dal fondo sociale europeo, infatti, arriveranno 1.666.972 (un milione e seicentosessantasei mila novecentosettantadue) euro da destinare in 3 tipi diversi di azioni sui territori comunali: contributi per il pagamento degli affitti (666.972 euro); sostegno alimentare mediante l’erogazione di buoni spesa (400.000 euro); attività socio-assistenziale e socio-educativa a domicilio, anche in ambiente covid positivo (600.000 euro). Nel dettaglio, questi fondi verranno ripartiti tra i tre comuni: al Comune di Massa verranno destinati 654.948 euro da dividire in 324.148 euro per i contributi affitto, 180.000 euro per i buoni spesa e 150.800 per l’assistenza domicialiare dell’Usl; al Comune di Carrara andranno 580.467 euro da dividere in 293.467 euro per i contributi affitto, 150.000 per i buoni spesa e 137.000 per l’assistenza domiciliare; al Comune di Montignoso, invece, andranno 131.555 euro da suddividere in 49.355 euro per i contributi affitto, 70.000 euro per i buoni spesa e 12.200 euro per l’assistenza educativa. All’azienda Usl Toscana Nord Ovest, invece, saranno stanziati 300.000 euro per occuparsi dell’assistenza domiciliare.

«Questo è un finaziamento molto importante per il nostro territorio. – ha commentato Francesco Persiani, sindaco di Massa – Un ringraziamento importante va al Comune di Carrara, al Comune di Montignoso all’Asl e a tutti i dirigenti che hanno reso possibile che noi, oggi, potessimo ritrovarci qui. Si è creata un’importante sinergia tra politica e sanità».

«Se abbiamo ottenuto questo buon esito, buona parte del merito va ai dirigenti. – ha aggiunto Giorgia Podestà, assessora con delega ai Servizi Sociali del Comune di Montignoso – Per Montignoso questo progetto è un vero toccasana per temi annosi aggravati dalla pandemia. I buoni spesa che arriveranno da questi fondi andranno ad aggiungersi a quelli che già si stanno attivando con le risorse che abbiamo stanziato. In questo periodo è molto importante avere un occhio di riguardo per i fragili e favorire la loro inclusione. Un ringraziamento va anche alla Regione. Importante la sinergia che si è creata tra i Comuni. Il futuro dovrà vederci lavorare insieme».

«Come Asl lavoriamo insieme alle istituzioni in maniera integrata. – ha commentato la dottoressa Monica Guglielmi, responsabile della zona Distretto delle Apuane dell’azienda Usl Toscana Nord Ovest – Ovviamente, questo progetto è per la maggior parte destinato alle attività dei comuni, per questo l’Asl entra in minoranza. La parte di cui ci occuperemo è quella dell’assistenza domiciliare volta all’aiuto dei positivi covid. Dallo scoppio della pandemia, molti studi hanno sottolineato come ci sia un aumento di casi di disturbi mentali tra i più giovani, con il relativo disagio sulle famiglie; per questo con questo progetto avvieremo percorsi anche insieme a psicologi. Il progetto si inserisce in una serie più ampia di azioni poste in essere dalla Regione che già aveva stanziato fondi per l’assistenza domiciliare».