Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Ricciardi (M5s): «Basta tentennamenti, la Regione deve chiudere la discarica di Cava Fornace»

E la consigliera regionale Noferi: «La giunta regionale, deve effettuare tutti i dovuti controlli per tutelare al massimo grado possibile la salute della popolazione e l’ambiente»

MONTIGNOSO – “Basta tentennamenti su Cava Fornace di Montignoso” così il deputato 5 Stelle Riccardo Ricciardi, vice capogruppo alla Camera. “Chiariamo una volta per tutte chi ha responsabilità su questa vicenda incresciosa: la Regione Toscana deve chiudere la discarica. Esiste una Costituzione che disciplina la separazione delle competenze, e nonostante in passato il ministero dell’Ambiente si sia attivato sulla questione, per relativa competenza, la materia  è totalmente in capo alla Regione Toscana. Il Movimento 5 Stelle è stato in prima linea, negli anni, con i gruppi locali e i comitati: i nostri portavoce regionali, hanno perseguito questa battaglia a tutela dell’ambiente e della salute. L’attenzione della  Commissione Europea sulla petizione firmata da migliaia di cittadini dimostra che il tema della chiusura del sito è all’attenzione internazionale. Si dia seguito in Regione all’atto votato all’unanimità dal precedente Consiglio regionale che chiedeva di non procedere con nessun ampliamento, in attesa della chiusura della discarica” conclude Ricciardi.

“Visto quello che sta emergendo in queste ore su quanto accade nella Direzione Ambiente e i sospetti su alcuni esponenti politici che hanno operato per limitare i controlli ad aziende specializzate nello smaltimento di rifiuti speciali” continua la consigliera regionale 5 Stelle Silvia Noferi, “chiediamo che vengano messe al più presto all’ordine del giorno della Commissione Ambiente, dove di solito vengono insabbiate, le mozioni con cui chiediamo maggiori controlli ambientali sui siti in cui vengono trattati i rifiuti, prima fra tutti la discarica di Cava Fornace a Montignoso. Non è più possibile tollerare che l’assessore all’ambiente, di fronte alla richiesta di revisione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale del Comune di Pietrasanta, risponda seccamente che non ritiene di dover procedere senza entrare nel merito degli argomenti” continua Noferi.

“La giunta regionale, deve effettuare tutti i dovuti controlli per tutelare al massimo grado possibile la salute della popolazione e l’ambiente e attivarsi urgentemente per redigere un piano regionale di trattamento dei rifiuti, compreso quello dell’amianto, che segua le direttive europee. Quanto crede di poter tirare la corda autorizzando l’ampliamento di  discariche che dovrebbero essere chiuse?” conclude la consigliera toscana.