Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«FrecciaRossa 1000 fermi anche a Massa». La mozione di Alberti (Pd) per potenziare la stazione

«Per il futuro, ci dovremo interrogare sulla crescita dei collegamenti su ferrovia per favorire la mobilità e la necessaria tutela/sostenibilità ambientale. La strategia per una mobilità sostenibile, per i prossimi 20 anni, non può non considerare e mettere in agenda la proposta di una stazione unica di costa provinciale, moderna innovativa e funzionale»

MASSA – Con una mozione presentata al consiglio comunale massese, il consigliere del partito democratico Stefano Alberti chiede un potenziamento delle fermate della stazione ferroviaria di Massa. In particolare, Alberti chiede che il consiglio comunale porti questa richiesta ai vertici decisionali regionali e nazionali, in modo da garantire, nel periodo estivo, una fermata del treno Frecciarossa 1000 in una stazione della provincia. Lo stesso treno che, in estate, fa tappa alla stazione di Forte dei Marmi-Seravezza-Querceta.

«Il potenziamento dei collegamenti ferroviari, arrivi e partenze, dalla stazione di Massa centro, è una condizione ormai ineludibile in termini di servizi, mobilità e attrattività alla quale il territorio di costa apuano non può rinunciare. – scrive Alberti nel testo della mozione –  Per il futuro, ci dovremo interrogare sulla crescita dei collegamenti su ferrovia per favorire la mobilità e la necessaria tutela/sostenibilità ambientale. La strategia per una mobilità sostenibile, per i prossimi 20 anni, non può non considerare e mettere in agenda la proposta di una stazione unica di costa provinciale, moderna innovativa e funzionale».

Per questo il consigliere vuole impegnare l’amministrazione Persiani a «chiedere che la stazione di Massa centro rientri tra le fermate del Freccia Rossa 1000 per garantire anche nel territorio di costa della Provincia di Massa-Carrara una fermata e ad inviare la seguente mozione al Prefetto di Massa-Carrara, al Presidente della Provincia di Massa-Carrara, al consigliere regionale eletto nel collegio, ai deputati e senatori eletti nel territorio di Massa Carrara, ai vertici regionali e nazionali di Ferrovie dello Stato».