Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Fratelli D’Italia attacca l’addetta alla comunicazione del sindaco. Lui la difende: «Inaccettabile che venga insultata»

Più informazioni su

CARRARA – Fratelli d’Italia all’attacco contro l’addetta alla comunicazione digitale e membro dello staff del sindaco Francesco De Pasquale. “Il coordinamento comunale di Carrara di Fratelli d’Italia – si legge nella nota – chiede al sindaco De Pasquale di smentire pubblicamente il fatto che la “sua” addetta multimediale ed ai social Camilla Palagi, pagata con 35.000,00 euro di soldi pubblici, utilizzi parte del suo tempo, durante l’orario di lavoro, profumatamente pagato dai cittadini carraresi, per attaccare, in qualità di membro di un’associazione con sede a Massa, le scelte politico-amministrative del Comune di Massa”.

“Se ciò accadesse fuori dall’orario di lavoro – proseguono da Fratelli D’Italia – nulla di strano, ma poiché si vocifera che ciò accada anche mentre la sig.ra Palagi sta lavorando per il sindaco di Carrara (ripetiamo, non a spese personali del sindaco ma di tutta la collettività), la cosa sarebbe gravissima e sarebbe opportuno che il sindaco (lui, non il gruppo consiliare m5s che di solito risponde in sua vece, come se il sindaco non avesse le  capacità intellettive per farlo , si assumesse la responsabilità di smentire l’eventuale operato non consono di una “professionista” pagata da tutti i cittadini”.

A stretto giro di posta la replica del sindaco. “Il fatto che una forza politica trascorra il suo tempo a far da censore alle esternazioni social di una libera cittadina riporta alla memoria atteggiamenti tipici del periodo più nero del secolo scorso. Il post a cui evidentemente si riferisce Fratelli d’Italia – un’intervista a un noto intellettuale locale realizzata pro bono per conto di un’associazione culturale – è stata registrata e pubblicata al di fuori dell’orario di lavoro della dipendente, come si può facilmente evincere dalle indicazioni sulla pubblicazione del post riportate sullo stesso social network. La dottoressa Camilla Palagi sta svolgendo le sue mansioni con grande impegno e con risultati eccellenti, oltre che nel pieno rispetto del suo contratto di lavoro, e non è accettabile che venga insultata come lavoratrice per evidenti strumentalizzazioni politiche”.

“Chiarita la svista – continua il primo cittadino – invito Fratelli d’Italia a riservare la stessa attenzione che ha avuto per l’operato della addetta alla comunicazione digitale del Comune di Carrara agli assessori dell’amministrazione massese e in particolare al titolare della delega al Bilancio, il carrarese Pierlio Baratta. E’ opportuno per un assessore, pagato con i soldi dei contribuenti e chiamato dalla nostra Costituzione a rappresentarli in modo dignitoso, presentarsi allo sportello di un ufficio pubblico e, col tipico piglio da “lei non sa chi sono io”, denigrare a mezzo stampa dei lavoratori per a una banale divergenza di vedute su una procedura, approfittando della visibilità di cui gode? Invece di perdere tempo sui social – taglia corto De Pasquale – gli esponenti di Fratelli d’Italia farebbero bene a occuparsi dell’operato degli esponenti dell’amministrazione che sostengono”.

 

Più informazioni su