Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Basta cementificazione, vogliamo la pedonalizzazione dell’intero centro città»

MASSA – «La giunta Persiani sta affrontando la riorganizzazione degli spazi pubblici e del verde con una visione che è unicamente quella del decoro senza alcuna idea su come riconnettere gli spazi pubblici per renderli più fruibili e verdi». Ad affermarlo è il collettivo Massa Città in Comune, critico confronti della linea sull’urbanistica intrapresa dalla giunta Persiani.

«Partiamo da Piazza Palma che ha mostrato tutta la sua debolezza progettuale costringendo l’amministrazione a modificare in corsa il progetto aggiungendo aiuole, – continua il collettivo – inserendo negli spartitraffico piante e cancellando parcheggi per creare aiuole. Scendendo verso mare vediamo l’operazione rotatorie in Piazza Liberazione dove si è tagliata una pianta sana e storica e ora si sta per abbatterne altre 4. L’obiettivo dell’intervento è rendere scorrevole il traffico, tralasciamo i semafori che restano lungo l’Aurelia, e anche qua si aggiungeranno piante e aiuole a caso spacciandolo per intervento verde. Proseguendo verso mare partirà la riqualificazione di Piazza Garibaldi che dimentica del tutto la situazione del palazzo ex Banca d’Italia»

«Tutte e tre le riqualificazioni hanno un tratto comune ovvero sono disconnesse l’una dall’altra, andando a dimostrare la debolezza programmatica di Persiani e la sua giunta che esprimono un’attività amministrativa tipica della politica demosocialista della prima Repubblica. A nostro avviso, invece, Massa sarebbe una città da rivoltare da “capo a pè”: serve affrontare il nodo dell’Aurelia e del traffico pesante che la devasta e le tre piazze in questione dovrebbero essere connesse attraverso la totale pedonalizzazione di Viale Eugenio Chiesa, ripensando totalmente il centro della città con un progetto a medio termine di cui non si vede traccia. – conclude la nota del collettivo – Il centro della città ha bisogno di meno traffico, più spazi verdi, meno impermeabilizzazione del suolo perché stiamo andando verso un futuro sempre più caldo e soggetto a esplosioni d’acqua che si contrastano con un territorio permeabile. Invece ci ritroviamo con la giunta Persiani che si limita a una politica amministrativa che ha come unico fulcro di azione nel decoro».