LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Alberti (Pd): «Trasformare l’ultimo tratto di via Caldera in un percorso ciclabile»

MASSA – Tramite un’interpellanza, il consigliere comunale a Massa del partito democratico Stefano Alberti ha posto la lente d’ingrandimento sulle condizioni di via Caldera. «Premesso che via Caldera, – recita il testo dell’interpellanza – la strada di servizio all’abitato di Castagnola di sotto, incrocia la via Aurelia a partire dal ponte di Castagnola e si snoda lungo il corso del vicino e sottostante argine destro del fiume Frigido fino a ricongiungersi con via Tinelli; posto che tale strada, completa di sottoservizi, si presenta asfaltata e con impianto di illuminazione pubblica ma nel suo ultimo tratto, sterrato, manifesta uno stato di abbandono e un tratto di tubatura fognaria non adeguatamente protetta».

«Dato che l’area su cui insiste la strada vede la presenza di abitazioni e spazi verdi ben curati che danno al paesaggio, contraddistinto dalla vicinanza del corso del fiume, un piacevole e suggestivo aspetto; – prosegue Alberti – considerato che anche l’ultimo tratto sterrato di via Caldera è stato oggetto di una vera e propria riscoperta da parte di tanti abitanti della zona in questo tempo di distanziamento sociale, di mutate abitudini e di una generalizzata riscoperta dei luoghi per salutari passeggiate»

Alberti chiede all’amministrazione: «adeguata copertura e messa in sicurezza del tratto di tubatura fognaria nella parte finale sterrata di via Caldera; una puntuale programmazione della manutenzione ordinaria ( taglio erba, potatura e pulizia) per rendere fruibile, tutto l’anno, il tratto sterrato di via Caldera; la riqualificazione e la valorizzazione del tratto stradale in oggetto per trasformare un’anonima e impercorribile, per la maggior parte dell’anno, parte finale di via Caldera in un percorso ciclabile e pedonale da mettere in sicurezza con una adeguata protezione nel lato verso il fiume».