Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Scuola Comasca, l’amministrazione si è svegliata soltanto dopo due anni dalle segnalazioni»

MASSA – “Ridicolo, veramente ridicolo che questa amministrazione capitanata da Persiani si sia svegliata solamente  oggi, dopo due anni dalla segnalazione fatta dalla Ravagli che denunciava la criticità in cui si trovava la scuola materna della Comasca. Denuncia che è arrivata direttamente sul tavolo dell’assessore Guidi e del dirigente Fernando Della Pina, denuncia che è stata completamente ignorata”. Intervengono così la consigliera di Forza Italia Roberta Dei, coordinatrice del gruppo misto di maggioranza, Mauro Rivieri di Forza Italia e Mario Cipollini, responsabile provinciale dell’associazione Libertà e Diritti a proposito della chiusura della scuola Comasca, in seguito alla quale era intervenuta l’ex assessora alla cultura Veronica Ravagli (QUI le sue parole).

“Persiani è artefice di un mal governo specializzato nell’immobilismo – continuano da Forza Italia – governo che quando viene chiamato a confrontarsi con consiglieri e assessori “del fare”(cioè che hanno il piacere la volontà di lavorare per la propria città), li estromette  come è accaduto alla Ravagli, in passato all’assessore Lama ed al vicesindaco Muttini, o costringe i consiglieri di maggioranza a migrare nel gruppo misto. Recenti sono  le accuse mosse dal consigliere Cofrancesco sull’operato dell’amministrazione Persiani e soprattutto sulla gestione dei lavori pubblici”.

“Massa sta diventando una città terminale – denunciano Dei, Rivieri e Cipollini – degradata, dove le strade e i marciapiedi sono  pieni di buche, la viabilità e il decoro urbano sono lasciati nella totale incuria, e non esiste alcun rispetto per i disabili, una categoria di persone fragili, che necessiterebbero dell’abbattimento delle barriere architettoniche. E’ ridicolo, caro sindaco, che ancora una volta cerchi di prendersi gioco dei cittadini, se veramente ci fosse stato un intervento tempestivo ,attuato al momento della denuncia di due anni fa dove si parlava di una infiltrazione d’acqua, oggi non sarebbe stato necessario prima di tutto trasferire i bambini presso un’altra scuola materna, creando un grosso disagio alle famiglie, e soprattutto i costi che graveranno sulla comunità sarebbero stati molto inferiori; senza parlare poi delle tempistiche, perché se il danno fosse stato preso in tempo, due anni fa, si poteva risolvere velocemente e con poca spesa”.

“Riteniamo ridicolo – concludono i tre – che solamente oggi lei faccia i sopralluoghi per verificare una situazione che lei stesso assieme ai suoi dirigenti avete fatto degenerare e precipitare per negligenza. Sindaco, ti sei circondato di persone incapaci, non qualificate, presuntuose, che traghetteranno insieme a te la città di Massa nuovamente nelle mani della sinistra”.