LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Polemica Baratta-Comune di Carrara, M5s Massa: «L’amministrazione dovrebbe sentirsi in imbarazzo»

MASSA – «Leggiamo sulla stampa della polemica contro i dipendenti dell’ufficio tributi del Comune di Carrara innescata dall’assessore Baratta del Comune di Massa – scrivono i consiglieri del Movimento 5 Stelle di Massa Luana Mencarelli e Paolo Menchini – Dice di essersi presentato come “semplice cittadino” per versare delle “imposte arretrate” quindi dovute, pare la Tari, ma arrivato allo sportello si è scontrato con una divergenza di veduta sulle procedure da seguire. È bastato questo per descrivere quei dipendenti come incapaci di un’accoglienza adeguata, anzi definita “la peggiore” soprattutto per la deficienza di “conoscenza delle leggi».

«Ne è nato un diverbio, che l’assessore Pielio Baratta ha ovviamente fatto pubblicare facendo intendere pure che i diritti dei cittadini carraresi non siano tutelati e che per la presenza di questi dipendenti possano aver pagato somme non dovute – commentano i consiglieri – Un “semplice cittadino”, del resto, non avrebbe telefonato al vicesindaco di Carrara, delegato al bilancio come lui, per cercare di dirimere la questione seduta stante, di fronte a degli attoniti dipendenti, poi attaccati sulla stampa». «L’amministrazione Persiani dovrebbe sentirsi in imbarazzo di fronte a questi atteggiamenti – concludono i grillini – ma visto che non ha speso alcuna parola per difendere i dipendenti del suo Comune quando ad attaccarli è stato il suo Presidente del Consiglio, non crediamo che le scuse siano pensabili».