Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Erosione, Barotti: «La sensibilità ambientale di Persiani è a gradazione variabile»

MASSA – Il consigliere di Arcipelago Massa Andrea Barotti torna ancora una volta sul tema dell’erosione. «Ho appreso che il sindaco Persiani ha partecipato ad un coordinamento tra Comuni di costa e associazioni che elaborerà, sembra di capire, una concordata strategia sull’ampliamento del porto di Marina di Carrara e sull’erosione – scrive in una nota – è positivo che Persiani riesca a dialogare con altri Enti anche se non si può nascondere che il Comune di Forte dei Marmi, come un associazione presente all’incontro, è propenso al ridimensionamento del nostro scalo commerciale (per Murzi il Porto di Marina di Carrara sarebbe sovrabbondante)».

«Mi chiedo perché il sindaco Persiani, forte del passato che lega Carrara e Massa, non abbia attivato, sin dal principio, un tavolo, aperto alle realtà produttive ed associative del nostro comprensorio, di confronto con l’amministrazione cinque stelle – prosegue il consigliere di opposizione – Sarebbe stato sufficiente far leva su ragioni di carattere economico oltre alla contiguità territoriale per aprire una linea di dialogo, invece si è dato vita, senza un incontro preliminare con il Comune di Carrara, ad uno schieramento che pare “fronteggiare” i vicini d’oltre Foce”».

Per Barotti la Giunta non sembra avere una rotta precisa: “L’amministrazione sovranista sembra seguire, su un tema cruciale per l’industria locale, la stessa ambiguità di Salvini sull’Europa; le imprese che operano nella nautica, nel lapideo, nella metalmeccanica hanno bisogno di certezze e non di una politica esitante che non intende assumere, forse per calcolo elettorale, un chiaro indirizzo. Gli imprenditori, la cui forza è l’innovazione e il saper fare, possono investire quando le politiche di sviluppo hanno un certo grado di coerenza e sono di facile lettura; il posizionamento della Giunta Persiani sul porto, l’apertura all’insediamento di un centro commerciale nell’area ex Olivetti, come in passato è stata l’apertura di un cinema multisala, pongono, alla categoria a cui appartengo, molti dubbi».

Il consigliere civico attacca Persiani: «Per quanto mi riguarda, ferma la mia opposizione alla maggioranza di destra sovranista, avrei apprezzato il sindaco se avesse chiesto all’amministrazione cinque stelle, all’Autorità portuale di dare avvio, quanto prima, all’ecodragaggio per dimostrare, con i fatti, la dovuta sensibilità al problema erosivo e contestualmente dar prova che il porto può diventare un elemento di supporto alla difesa della costa; in sintesi, credo sia necessario che forze politiche responsabili sollecitino la trasformazione green del porto per promuovere l’economia del mare e la crescita della nostra zona industriale.

La sensibilità ambientale di Persiani pare a gradazione variabile – secondo Barotti – poiché mentre si pone vicino a chi non considera le banchine di Marina di Carrara un’opportunità e preferirebbe spostare i traffici commerciali su altre zone (La Spezia e Livorno brinderebbero mentre noi ci impoveriremmo ancora), sulle cave, invece, ha proposto la riapertura di siti dismessi e si è espresso per un maggior sfruttamento delle Apuane. Ed ancora, non ho memoria di importanti iniziative per evitare che il Frigido, ad ogni forte temporale, si imbianchi; fiume che sfocia in mare».

«L’ambientalismo del sindaco esclude, dal novero delle problematiche da affrontare, la ex discarica di Codupino sul punto – sottolinea Barotti – evidenzio che l’ingresso in rete Ambiente non porrà a carico della nuova società i costi della bonifica del sito perciò, senza il conferimento di opportune risorse da parte del Comune, gli oneri saranno a carico, con un aggravio Tari, dell’utenza».

Per il Consigliere di Arcipelago Massa le polemiche sono inutili, servono progetti e fatti: «Penso che tutti i cittadini, a partire dai balneari, avrebbero un giudizio positivo sul lavoro della Giunta Persiani se la maggioranza, anziché polemizzare con la Regione, il Comune di Carrara, l’Autorità portuale, si impegnasse, finalmente, in progetti di reale recupero urbano e ambientale; per citare alcune esempi: il risanamento del piazzale antistante la ex Colonia Torino, la prosecuzione del viale a mare secondo il vecchio tracciato; la rimozione del pietrisco che, anni fa, con pregiudizio della fruibilità, venne scaricato nel tratto di costa davanti all’istituto Alberghiero».

Il civico, pur da oppositore, riconoscerebbe dei meriti se vi fossero: «Sarei pronto, pur da avversario, a congratularmi con il sindaco se il milione di metri cubi di sabbia del porto arrivasse sulla spiaggia apuana, se Persiani avanzasse dei progetti davvero utili e li sottoponesse alla Regione ottenendone il sostegno. I complimenti, al momento, li debbo fare al sindaco di Fivizzano visto che il museo degli agostiniani ospiterà gli Uffizi diffusi; un’occasione persa per l’inerzia della politica massese».