Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Ex mercato coperto di Avenza, possibili crolli e cedimenti». La denuncia di Fdi foto

«Il sindaco intervenga e restituisca la struttura alla comunità»

AVENZA – Il coordinamento comunale di Carrara di Fratelli d’Italia denuncia lo stato di abbandono dell’ex mercato coperto di Avenza, anche a seguito dei recenti eventi atmosferici, attraverso una nota ufficiale: «Detriti e rifiuti fanno da contorno allo stato fatiscente dell’immobile comunale, – inizia la nota – una volta fulcro del centro storico avenzino ed oggi anche meta di malintenzionati. Purtroppo, al peggio non c’è mai fine. Infatti, in questi giorni, a causa delle forti piogge la situazione della struttura si è aggravata. Nuove infiltrazioni d’acqua hanno reso insicuro il terrazzo che dava accesso al vecchio mercato. A seguito di ciò l’amministrazione comunale ha transennato l’area in oggetto e ha posizionato dei discutibili tiranti ad una già precaria ringhiera».

«E allora, se queste sono azioni volte al mantenimento della struttura e alla sicurezza di cose e persone, ci vien da pensare che i grillini, – continua la nota – in vesti di  improvvisatori seriali, abbiano preso per buona la strategia del nuovo ministro all’Istruzione: “L’ho imparato ieri” e “Speriamo che faremo bene”. Inoltre, dobbiamo annotare anche la formazione di vere e proprie piscine sul tetto che potrebbero provocare crolli o cedimenti».

«Detto ciò, chiediamo un immediato intervento del Sindaco volto alla messa in sicurezza dell’intero perimetro. – concludono quelli di Fratelli d’Italia – Infine, nostro malgrado, in questa ennesima vicenda di cattiva gestione dei beni pubblici cogliamo l’occasione per ribadire che una struttura tanto grande e importante debba essere restituita alla comunità. A nostro avviso, l’ubicazione e gli spazi dell’ex mercato coperto ben si adatterebbero alla creazione di un polo culturale dove le associazioni del territorio potrebbero svolgere attività artistiche, sociali e formative. Una riqualificazione dell’immobile che diventerebbe anche un volano per la rinascita del centro storico avenzino».