Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

“Prima di fare grandi progetti, si pensi a rendere sicura la vita nei paesi di montagna”

MASSA – «Mentre si costruiscono piazze spendendo centinaia di migliaia di euro, si dimenticano i bisogni primari delle persone della montagna». Così Rifondazione Comunista denuncia lo stato di abbandono e di pericolo in cui versa il via Polveriera a Casette, vicolo che permette a molte persone di raggiungere le proprie abitazioni.

«Soprattutto la dimenticanza di una piccola frana rischia di far cedere definitivamente quello stradello, forse insignificante per molti ma essenziale per gli abitanti di Casette – affermano dal partito –  Crediamo che sia perfettamente inutile pensare a progetti fantastici quando la montagna soffre dei problemi più semplici come la viabilità, la sicurezza dei vicoli di paese, l’assenza dei servizi essenziali. La montagna rinasce dalle cose semplici ed essenziali e non da proposte fatte con gli occhi di chi vive in città e pensa che il paese di montagna sia esattamente uguale al quartiere di città».

«Rifondazione Comunista di Massa – scrivono in una nota – si pone ad osservare i paesi dal loro interno, raccogliendo i pensieri e le esperienze di vita di chi quotidianamente deve fare i conti con i problemi più semplici: i trasporti pubblici scarsi, le strade distrutte, i vicoli pericolanti, l’assenza di gran parte dei servizi pubblici ormai rintracciabili quasi esclusivamente in centro città.
Denunciamo quindi non solo il pericolo su via polveriera, nella speranza che si intervenga al più presto prima che il danno diventi irreparabile, ma anche l’assenza totale dell’amministrazione che si lava l’anima con una pensilina, una panchina, il taglio di due siepi e lascia in realtà i paesi al loro destino».