Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Mario Draghi premier? Persiani e Martinelli dicono «no». E tu cosa ne pensi? sondaggio

Il sindaco di Massa (centrodestra) e il vicesindaco di Carrara (M5s) si sono espressi negativamente sull'ipotesi di un governo presieduto dall'ex governatore della Bce. La Voce Apuana chiede ai suoi lettori: cosa dovrebbe succedere adesso?

MASSA-CARRARA – Ieri sera il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha messo in evidenza che, non essendo stato trovato un accordo tra i partiti per la formazione di un nuovo governo, l’Italia ha davanti due strade: le elezioni o la formazione di un nuovo governo di «alto profilo». La prima ipotesi è stata esclusa dal capo dello Stato e ha elencato molte ragioni tutte legate all’emergenza pandemica: secondo Mattarella, ci vorrebbe troppo tempo per sciogliere le Camere, indire e svolgere nuove elezioni e arrivare alla formazione di un nuovo governo. A rischio ci sarebbero le risorse in arrivo dall’Unione Europea. Mattarella allora ha tentato la carta Mario Draghi. L’ex governatore della Banca Centrale Europea è stato convocato questa mattina al Quirinale dal presidente che gli conferirà l’incarico di formare un nuovo governo. La “palla” passerà quindi ai partiti che dovranno decidere se dare il loro sostegno a un governo Draghi.

Arrivando alla nostra provincia, se portiamo il dibattito nelle due città capoluogo Massa e Carrara, governate rispettivamente da Lega e da Movimento 5 Stelle, però, la maggioranza a favore di Draghi non ci sarebbe. In Parlamento, infatti, Lega e M5s rappresentano una maggioranza (quella che compose il governo giallo-verde). Nelle ultime ore si sono espressi sull’argomento il sindaco di Massa, Francesco Persiani, e il vicesindaco di Carrara, Matteo Martinelli.

Il primo, molto esplicito, seguendo l’attuale linea prevalente nel centrodestra vorrebbe che si tornasse a elezioni: «A mio modesto avviso – ha scritto Persiani su Fb, postando l’immagine di Grisù, il draghetto pompiere – la scelta del presidente della Repubblica di convocare Mario Draghi al fine di conferirgli l’incarico di provare a formare un governo, appare purtroppo l’estremo tentativo di evitare il voto. La pandemia è una giustificazione inconsistente. Il professor Mario Draghi è senz’altro una personalità autorevole e di grande rilievo anche internazionale, ma un conto è presiedere una società, un ente o una banca, tutt’altro diventare vertice di una coalizione di forze politiche che esprimono punti di vista e programmi diversi tra loro. Abbiamo già visto in passato che espedienti simili non hanno portato grandi benefici né per il Paese né per i cittadini. Personalmente, per lo stesso bene che il presidente Mattarella invoca per l’Italia, ritengo che l’unica soluzione resti il voto e la formazione di un governo e una maggioranza coesa guidata da leader politici eletti dal popolo. Non credo al governo di alto profilo senza valenza politica o ai salvatori della patria costruiti in laboratorio. Sono proprio curioso di vedere che ruolo giocherà in tutto ciò Renzi, che a dire il vero al momento può rivendicare un certo successo. Ma che ne sarà dell’Italia ? Gli italiani hanno il diritto di decidere da soli la propria sorte: altrimenti sarà il fallimento della democrazia. Il centrodestra resti unito e chieda compatto di andare al voto».

Sul fronte carrarese, Martinelli, esponente di punta del M5s locale, lancia il guanto di sfida a tutti gli altri partiti, dando evidentemente per scontato che il suo Movimento non appoggerà Draghi: «Ora si vedrà – ha scritto anche lui sui social – chi era seriamente intenzionato ad andare al voto (a suon di ”diamo la parola agli italiani”) e chi voleva solamente togliere Conte e il M5s dal governo, costi quel che costi (sulla pelle, quella sì, degli italiani). Non vorrei sbagliare, ma vedo all’orizzonte frotte di ”sovranisti” verdi e blu mettersi a pancia all’aria davanti all’ex numero 1 della Bce».
DICCI LA TUA
E secondo te? Cosa dovrebbe succedere adesso? Vota il nostro sondaggio qui sotto e inviaci la tua motivazione a redazione@voceapuana.com o commentando sulla nostra pagina Fb.

Sondaggio

Mario Draghi premier? Secondo te cosa dovrebbe succedere adesso?

  • Draghi è il premier giusto (43%)
  • È il momento di dare la parola ai cittadini: elezioni subito (42%)
  • È necessario tentare ancora per un nuovo governo Conte (15%)
Loading ... Loading ...