Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Amministrative Carrara 2022, Forza Italia apre al centrosinistra. Fdi: «Concentriamoci sul programma»

CARRARA – Amministrative 2022, si scaldano i motori. Riccardo Bruschi, coordinatore di Forza Italia e Cesare Micheloni di Fratelli d’Italia intervengono in merito alle prossime elezioni previste per il prossimo anno a Carrara.

«Nella costruzione di un progetto che riporti Carrara a assumere un ruolo da protagonista su scala nazionale, e non solo, Fratelli d’Italia è a disposizione per offrire competenza, serietà e coerenza – scrivono dal partito – Detto ciò, siamo convinti che per il bene comune, ora più che mai, sia necessario mettere in campo il massimo impegno. Non siamo pertanto intenzionati a rincorrere rumors o interessi personali, non abbiamo tempo da perdere, noi siamo oltre – chiariscono – L’obiettivo di Fdi è fornire risposte e soluzioni ai tanti problemi che affliggono il comune di Carrara».

«Ribadiamo quindi che, il centro destra, i movimenti politici e le forze civiche, prima ancora di parlare di candidature a sindaco debbano completare un programma coraggioso che fornisca una visione di città – continuano nella nota – Questi sono i presupposti per affrontare la sfide delle elezioni comunali, il resto lo lasciamo volentieri a chi è volto a ricercare indicatori al fine di disegnare un preciso identikit di candidato a sindaco. E allora – conclude Fdi – i libretti e i patentini di purezza lasciamoli alle esposizioni canine di razza, la politica si occupi di altro».

Anche di Forza Italia si esprime sulle prossime elezioni amministrative. «Premetto che io stesso ho accettato il ruolo di commissario comunale di Fi come se fosse un mandato di scopo – dice Riccardo Bruschi, coordinatore comunale del partito – ricostruire in due anni un partito cittadino ed essere protagonista di una coalizione che potesse vincere, vista la congiunta favorevole a centro destra anche in città, e grazie ad un programma di mandato con idee vincenti e realizzabili».

«Il fine – spiega Bruschi – è quello di fare il bene della città che amiamo, personalmente ho chiaro come realizzarlo e dove cercare le risorse. Dopo decadi di speculazioni e scelte sbagliate di sinistra, ed ultimo dopo il nulla di fatto dei 5 stelle, la città di Carrara ha bisogno di un inversione di tendenza, che un buon sindaco con una valida giunta possono realizzare, come abbiamo visto con La Spezia e Pietrasanta. Fi è l’unica che ha alle sue spalle una consolidata esperienza sia nell’amministrazione della città che nelle campagne elettorali – sottolinea il coordinatore comunale – e si presta per il suo collocamento politico più moderato a fare da “pontiere” sia tra gli alleati storici a destra, sia verso quelli che potrebbero aggiungersi dal centro, dal civismo e, perché no, dal centrosinistra. I contatti si sono avviati. È così che vinceremo a Carrara – afferma Bruschi – con una coalizione di questo tipo. Da tempo abbiamo creato una “cabina di regia” con Lega e Fdi, e poi abbiamo allargato il tavolo ad altre forze, ma ad oggi gli amici di
Fratelli d’Italia non ne hanno preso parte. Mi auguro che presto entrino a partecipare a questo percorso collaborativo: se verranno inizieremo a studiare e condividere punti programmatici e nomi di possibili candidati a sindaco».

«Per quanto riguarda il nome di Savatore Gioè, penso sia uscito per un qui pro quo – conclude – finora non lo avevo mai sentito, ma Forza Italia è aperta a tutti, senza veti, poi a suo tempo si sceglierà dalla rosa il candidato migliore».