Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Massa, Bendetti si sfoga: «Un’opposizione poco seria e incapace di svolgere il proprio ruolo»

MASSA – «Incapaci di fare l’opposizione seria sia in consiglio comunale che nelle commissioni consiliari, scaricano la loro rabbia ed il loro stress per essere stati trombati alle passate elezioni amministrative, facendo ostruzionismo e capricci come dei bambini. Rifiutano di lavorare seriamente, alcuni non frequentano neanche le commissioni, vedi a Barotti e Dei, che dall’ inizio del mandato non si sono mai presentati. Protestano da mesi contro i consigli comunali in videoconferenza, chiedendo la ripresa dei lavori in presenza, come se la tragedia covid-19 per loro fosse terminata, non considerando che più di cinquanta persone dentro una sala potrebbero rappresentare un problema molto serio, condizione vietata anche dal Decreto del Ministro Conte». Duro l’attacco del presidente del consiglio comunale Stefano Benedetti nei confronti dell’opposizione.

«Il consigliere Agostino Incoronato nei giorni scorsi si è dimesso da presidente della commissione affari istituzionali, lagnandosi del fatto che la maggioranza lavora, si da da fare e che nonostante il continuo intralcio e boicottaggio delle minoranze, porta lo stesso gli atti in Consiglio e li approva, come ad esempio, lo statuto ed il regolamento del consiglio comunale, strumenti – secondo Bendetti – importanti che abbiamo ereditato dal passato, pensati e realizzati proprio da loro, compreso Mencarelli ed Incoronato»

«Si lamentano perché la maggioranza è unita, coesa ed approva velocemente tutti gli atti che arrivano in consiglio, dimenticandosi totalmente il rispetto del sistema democratico, che ha permesso ai cittadini di spedire a casa loro e alla coalizione di centrodestra di amministrare – tuona il presidente del consiglio – Vorrebbero sottomettere ai propri voleri e ai propri capricci il sottoscritto ed utilizzarlo non istituzionalmente, ma come uno strumento politico a proprio piacimento, ma devo deluderli per l’ennesima volta – dice – assicurandogli che continuerò ad andare avanti così, fino alla fine del mandato amministrativo e lo farò proprio per i cittadini, per il territorio e per tutti i consiglieri di tutti i gruppi che vorranno lavorare ed impegnarsi seriamente e non come, ad esempio, le consigliere Mosti e Dell’ Ertole che in sede istituzionale fanno solo e sempre sterili polemiche, disturbando continuamente i lavori del consiglio a danno della città». «La consigliera Luana Mencarelli tiene occupato il ruolo di vice presidente del consiglio comunale, non partecipando all’ organizzazione dei lavori della presidenza, rifiutando qualsiasi contributo, al solo scopo di ostacolare, contrariamente all’ altra vice presidente Lucia Bongiorni, sempre presente ed attiva – critica Benedetti – Ricordo che Mencarelli aveva annunciato ufficialmente le proprie dimissioni da vice presidente, adducendo motivazioni legate alla sua elezione avvenuta grazie ad un accordo fatto con alcuni consiglieri di maggioranza, sottoscritto compreso, ma a distanza di mesi e mesi non le ha ancora rassegnate e questo fatto sta creando un ulteriore problema».

«Io credo che l’opposizione dovrebbe essere costruttiva e propositiva e comunque impegnata verso il cambiamento e il miglioramento del territorio e non mirata solo a tentare di distruggere e mettere i bastoni tra le ruote all’ attuale amministrazione. – afferma il presidente del consiglio – Nelle stesse commissioni la minoranza dovrebbe impegnarsi sulle pratiche e sugli atti, anzichè fare solo dello sterile ostruzionismo, altrimenti dovrebbe raggiungere la consapevolezza che i gettoni di presenza incassati in questo modo, non sono guadagnati, ma solo prelevati ingiustamente ed in modo illegittimo dalle tasche dei cittadini. E mi meraviglio che ci siano in comune ancora dipendenti, funzionari e dirigenti che gli danno corda, accogliendo spesso richieste loro, tese ad aiutare e favorire qualche cittadino a scapito di altri. Per questa amministrazione tutti i cittadini sono uguali ed a pari livello» ribadisce Benedetti.

Per quanto riguarda il minuto di silenzio richiesto per le vittime americane, il presidente precisa che «tutto ciò che io ritengo giusto e che viene richiesto o avallato dalla maggioranza dei consiglieri, lo autorizzo, senza se e senza ma, questa è la Democrazia con la D maiuscola, condizione e valore assolutamente sconosciuto alle minoranze. Faccio presente a questi paladini dell’ offesa ed in molti casi anche della maleducazione, che esiste lo strumento della sfiducia al presidente del consiglio comunale, anche questo pensato e voluto in altri tempi dall’attuale minoranza e che possono utilizzare concretamente per mandarmi a casa anzichè continuare a strillare come dei venditori di giornali, altrimenti vi garantisco che il sottoscritto non si dimetterà mai su vostra richiesta e porterà a termine il mandato che gli è stato assegnato dalla maggioranza dei consiglieri comunali. Ma non solo – aggiunge – continuerà anche a svolgere il proprio ruolo di consigliere e di vice presidente provinciale di Forza Italia, considerando che la vigente normativa me lo permette».

Sulle dimissioni dell’ex presidente della commissione affari istituzionali «credo che a questo punto un ricambio sia giusto e positivo ed il fatto che dopo una serie di trattative portate avanti nei giorni scorsi dalla minoranza, senza riuscire ad individuare ed a condividere un successore, dimostra in tutto il suo aspetto peggiore l’inutilità totale di una minoranza che pur piccola e debole, non ha neanche la capacità di sintesi ed assolutamente quella dell’ unità – afferma Benedetti – Nel merito, ho già parlato con il vice presidente della commissione affari istituzionali Giovanbattista Ronchieri, il quale, assumerà la gestione della stessa e provvederà al più presto alla ripresa dei lavori in vista dell’ approvazione delle modifiche del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale. Ribadisco – continua – alla consigliera Mencarelli il rispetto dell’impegno assunto di fronte a tutto il consiglio comunale di dimettersi da vice presidente del consiglio, favorendo in questo modo, il percorso per arrivare ad un miglioramento della qualità dei lavori del consiglio comunale e delle commissioni. Per il resto – conclude Benedetti – rimango a disposizione di tutti i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza per proposte o quant’altro, che non siano ovviamente inutili polemiche, ma questioni che riguardano il consiglio comunale ed i problemi della città».

Infine invita i consiglieri tutti, in vista dei consigli comunali istituzionali della Memoria (previsto per il 27 gennaio) e del Giorno del Ricordo ( il 10 febbraio prossimo ), «di stare uniti almeno sul ricordo delle tragedie della storia, per tenere sempre alto il livello di attenzione affinchè simili gravi fatti storici non si ripetano più».