LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Due interpellanze anti-degrado, Alberti (Pd) richiama l’amministrazione su Villa Menzione e via Ronchi foto

MASSA – Due interpellanze: una per Villa Menzione e il suo parco e una per ripristinare il degrado di Via Ronchi arrivano dal consigliere Stefano Alberti. «La Villa e il parco omonimo sono un’importante realtà della frazione di Castagnetola che, confinanti con la locale scuola primaria, sono composti da un grande parco – spiega il consigliere di opposizione – e nell’edificio sono presenti al pianoterra locali per attività socio-aggregative e al primo piano alcuni alloggi di edilizia residenziale pubblica. Queste risorse e potenzialità rappresentano il riferimento per la comunità locale a cui guardare per promuovere e favorire occasioni d’incontro atte a rafforzare la coesione sociale e a qualificarne le risorse ambientali e la vivibilità» secondo Alberti.

Lo stato di degrado, incuria e abbandono dell’area parco «è attualmente determinata dalla mancata manutenzione del verde e dell’arredo con uno scivolo fuori uso che giace in un angolo del parco, e panchine in legno e cestini per la raccolta dei rifiuti in pessime condizioni» sottolinea nell’interpellanza. «Nonostante la realizzazione di una parziale recinzione, rimane un’area estremamente pericolosa per i bambini in particolare nella parte lato mare dove solo un piccolo muretto divide il prato dalla strada sottostante. All’ulteriore degrado del contesto contribuisce un edificio semi-diroccato, fatiscente e a rischio di collasso, rifugio e dimora di colonie di roditori (nella zona lato Carrara, a ridosso e al di sotto di uno stradello comunale) – denuncia Alberti –  Considerato inoltre che anche l’edificio della Villa necessita di urgenti lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, per prevenire le situazioni di criticità dovute alle infiltrazioni di acqua piovana e alla mancata tenuta della impermeabilizzazione di un terrazzo (lato Carrara)». Gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, secondo il consigliere di minoranza «non sono ulteriormente procrastinabili ed è indispensabile operare una riqualificazione di tutta l’area e del complesso di villa Menzione, nel segno di una volontà di valorizzazione e qualificazione ambientale e sociale come già realizzato nel passato».

Alberti chiede al primo cittadino massese di: di attuare i necessari e adeguati interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria al parco ed all’edificio della Villa Menzione, quale azione di cura e valorizzazione del bene pubblico e allo scopo di consentirne una sicura, adeguata e dignitosa fruizione; e di attivare un percorso partecipato che coinvolga la comunità locale nella definizione di un progetto di riqualificazione dell’intera area che potenzi gli elementi di forte inclusione sociale dei servizi e valorizzi la natura e l’utilizzo, anche in sicurezza, degli spazi pubblici.

Per quanto riguarda via Ronchi, importante arteria di collegamento per raggiungere l’abitato della frazione, Alberti dice che «ad oggi questo viale non è stato valorizzato, né tutelato né tantomeno reso pienamente funzionale all’importanza che riveste nel contesto urbano dei Ronchi, ad eccezione del tratto finale che ha subito una parziale riqualificazione con rifacimento marciapiedi e piantumazione di nuove alberature, caratterizzato dall’assenza di marciapiedi, pista ciclabile e di un dignitoso arredo urbano. L’infrastrutturazione di via dei Ronchi sarebbe una valorizzazione complessiva per l’intera area quale porta di ingresso al nucleo abitato e alla promozione dell’attività turistica».

«Aldilà delle proposte in prospettiva, ci sono squarci di degrado insopportabili da risolvere nell’immediato come il tratto di marciapiede da via dei Canneti verso mare, dove da un terreno confinante (privato) la vegetazione infestante ha deteriorato la rete di ombreggiante che si è staccata quasi del tutto creando situazioni di pericolo e di evidente degrado» commenta il consigliere Alberti e chiede al sindaco Persiani: un pronto ripristino della recinzione confinante con il marciapiede, la sostituzione della rete ombreggiante verde per evitare pericoli e per occultare lo stato di abbandono del terreno fronte; se l’amministrazione intende notificare alla proprietà della vasta area compresa tra il viale della Repubblica, via Verdi, via Ronchi e via dei Canneti il rifacimento lungo tutto il perimetro della recinzione strada; e se l’amministrazione comunale intende proseguire nell’opera di valorizzazione e riqualificazione di via dei Ronchi.