LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Dove verranno presi i soldi per il progetto al parco della Rinchiostra?»

Più informazioni su

MASSA – Il comitato Massa Città in Comune torna a parlare della delibera riguardante il parco della Rinchiostra, corretta dalle istituzioni dopo che lo stesso comitato aveva notato degli errori «Dopo la nostra osservazione su errori nella delibera, la giunta ha provveduto ad emetterne un’altra dove ha sanato “la svista”. Questo a testimonianza che la nostra lettura non è stata vana per la città.Come Massa Città in comune solleviamo a questo punto però un’altra questione.  La delibera sul programma straordinario sulle periferie, quella definitiva n° 253 del 6 Agosto 2018, prevede che per l’intervento 5, cioè “Parco della Rinchiostra e centro di aggregazione”, una spesa totale di 3,043 mln di euro di cui 1,743 pubblici e 1,3 mln privati. Questa previsione di intervento privato era indicata anche dalla delibera n°219 dell’8 Giugno 2018, promulgata dalla giunta precedente, che faceva riferimento proprio all’intervento di cofinanziamento di Esselunga, così come era scritto nella scheda  ARU 5.21 dell’RU approvato. Durante questi due anni non ci sono state variazioni in merito all’intervento 5 del progetto denominato ” Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, e anche le recenti determine operative che hanno interessato Villa della Rinchiostra confermano sia il riferimento deliberato, cioè la delibera 253 dell’agosto 2018, sia l’importo totale, 3,043 mln di euro.»

«Presumibile quindi che anche l’intervento privato non vari e noi non abbiamo conoscenza di altri interventi privati previsti, – continua il comunicato – se non quello contrattato a suo tempo con Esselunga. Ma se nella variante Esselunga deliberata dalla giunta comunale il 23 dicembre scorso, non si parla più di un intervento di 1,300 mln ma di soli 300 mila euro, occorre domandarsi dove verranno prese le risorse private, un milione di euro, per completare l’intervento oppure se verranno contratti nuovi mutui. Notiamo poi che nel 2019 è stato dato mandato di contrattare mutui con Cassa Depositi e Prestiti, inerenti al Programma sulle periferie, solo per gli interventi su Palazzo Pisacane, la pista di skate, l’efficientamento energetico della scuola di infanzia dei Poggi e Piazza IV Novembre. Nessuna contrattazione per l’intervento su Villa della Rinchiostra.
Come Massa Città in Comune temiamo che quel progetto di recupero e valorizzazione della Villa della Rinchiostra andrà perso, perderemo parte del finanziamento pubblico, se non tutto, e la città perderà un ulteriore occasione di crescere, il tutto per un favore ad una società che fa annualmente 200 milioni di euro di utile e la cui partecipata immobiliare, La Villata, ha una riserva straordinaria, cioè riserva di capitale accumulata, per quasi un miliardo di euro.»

Più informazioni su