Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Mallegni (Fi): «Centrodestra al governo? I numeri in Senato potrebbero esserci»

MASSA-CARRARA – «Se un cosa è certa è che non possiamo continuare così» afferma il senatore di Forza Italia Massimo Mallegni sul Governo attuale e il suo operato. «Non avrei mai pensato di arrivare a dire che per trovare un’ alternativa migliore a questo Governo sarei pronto, ovviamente in subordine ad elezioni anticipate, a sostenerne uno di centrodestra con l’appoggio di chi ci sta! Questo perché l’Italia non si può permettere un Governo del genere, sostenuto da una maggioranza come quella che siamo costretti a vedere ogni giorno» continua il senatore azzurro.

«In riferimento a quanto detto anche dal presidente Berlusconi nella lettera uscita sul Corriere della Sera, mi preme precisare che Forza Italia è l’unica forza politica che, nonostante tutto, mantiene la sua identità senza lasciarsi scalfire da confusione e personalismi. Indubbiamente è necessaria oggi per istituire un Governo di centrodestra ma il nostro obiettivo non sono le poltrone – come abbiamo ampiamente dimostrato – ma la possibilità di dare agli italiani quello che si meritano e cioè una rappresentanza leale, seria e attenta sempre e comunque alle priorità dei cittadini». «In questi mesi il Governo ha disintegrato il Paese, fulminato oltre 120 miliardi di euro – cifra immensa che l’Italia non si trovava a maneggiare dai tempi del dopoguerra e che non ha saputo assolutamente gestire – cancellato oltre due milioni di posti di lavoro e messo oltre il 15% delle imprese italiane nelle condizioni di chiudere definitivamente» incalza Mallegni facendo riferimento a una disattenta gestione governativa in questo momento.

«Noi di Forza Italia, in questi mesi più che mai, abbiamo fatto proposte serie e fattibili e che – se prese in considerazione – sarebbero costate molto meno di quanto il Governo abbia speso nell’assistenzialismo, producendo inoltre maggiore stabilità, maggior reddito familiare e più investimenti per le imprese pubbliche e private. Il Capo dello Stato, a questo punto, ha il dovere di prendere atto che il centrodestra – Forza Italia, Lega e Fdi – potrebbe avere i numeri per formare un nuovo Governo” prosegue il senatore. «Oggi il centrodestra ha 136 Senatori – Forza Italia 54, Lega 63, FDI 19 – e assieme a Italia Viva, che ne ha 18, e il Misto, che ha 9 seggi di area non governativa, potremmo arrivare a 163. Alle Camere più o meno è la stessa cosa ed è quindi il momento di prendere davvero in considerazione la cosa, senza perdersi in chiacchiere ma agendo, certi che in una ipotesi di nuovo esecutivo potremmo avere moltissime adesioni» si legge ancora nella nota.

«Certo è che probabilmente il Pd e una parte dei 5 Stelle non potranno mai farne parte, ma tutti gli altri sì. Superata la fatidica soglia dei 161 seggi, possiamo affermare che in Senato la maggioranza c’è. E’ il nostro momento questo – conclude il senatore Mallegni – è il momento di chi nel 2018 ha vinto davvero le lezioni ed è il momento di dare in mano il potere a persone serie che ogni giorno vivono la realtà del paese e che conoscono la propria gente e le loro esigenze, perché la politica si fa nelle aule, ma nasce tra le persone e chi sceglie questo mestiere ha il dovere di ricordarlo. Quindi adesso tocca a noi, non possiamo più permetterci di assistere a una distruzione quotidiana della libertà, dell’ economia e del futuro dei nostri figli».