Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Indagine “Accoglienza”, Baruzzo (Fdi): «Gli enti locali dovrebbero controllare la qualità della vita in quei centri»

MASSA-CARRARA – «L’inchiesta della Procura della Repubblica di Massa-Carrara denominata “accoglienza” (qui i dettagli) che vede  coinvolte persone facenti capo alla cooperativa Serinper e politici locali, ci porta a fare alcune considerazioni che riguardano non la parte tecnico/giuridica della stessa , per quella ci penseranno Magistrati e Avvocati difensori ma quella legata alla “legalità” della  gestione dei centri in cui sono ospitati i bambini, che sono vittime due volte di questo sistema». Lo afferma Lorenzo Baruzzo, responsabile regionale del dipartimento “Legalità Sicurezza Immigrazione” di Fratelli d’Italia.

«Le cronache ci raccontano di situazioni “poco chiare” legate alla somministrazione di cibi, di genitori che non riescono a vedere i propri figli nei modi loro consentiti dai giudici minorili, di “violenze psicologiche” e altro ancora. Nell’augurarci che ciò non corrisponda a verità, preoccupati per la salute dei bambini sofferenti , cui spesso è negato il  diritto alla spensieratezza, nella speranza, anzi nella consapevolezza che l’indagine della Magistratura vada anche nella direzione di accertare la veridicità o meno di dette notizie, chiediamo pubblicamente alle Autorità preposte ai controlli (Asl, Comuni ecc.) di essere , in futuro, più incisivi nei controlli sulla “qualità della vita” cui sono sottoposti i bambini ospitati nei centri di accoglienza per minori , quelli del caso specifico,  ma anche in tutti gli altri centri che ospitano persone “deboli”. Il rispetto delle norme e della legalità va a  pari passo con il rispetto della vita e dei diritti di tute le persone, anche e soprattutto di quelle sfortunate che per vari motivi sono ospitate in tali centri».