LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Musetti (Fi): «Aumento compensi in Nausicaa, denuncerò la situazione all’Anac»

Più informazioni su

CARRARA – Riceviamo e pubblichiamo da Gianni Musetti (Forza Italia).

La gente alla fame e i 5 stelle si alzano lo stipendio in Nausiaa. Ma ora c’è anche il conflitto d’interessi. Denuncerò la situazione al Anac.
Mentre tutto è stato chiuso dal governo, mentre si attendono migliaia di miliardi di cassa integrazione, addirittura dal primo lockdown, proprio l’amministrazione dei 5 stelle di Carrara permette ai suoi uomini di fiducia, nominati presso le società partecipate e in house, di aumentarsi sproporzionatamente il loro compenso, senza alcun giustificato motivo. Quelli che volevano e dicevano di cambiare le regole della politica e dei suoi costi, dei privilegi della casta, oggi, sono proprio loro non solo a non tagliarli come promesso, ma addirittura ad aumentarli in faccia ai cittadini e al difficilissimo momento che il nostro paese, e la nostra città in particolar modo, sta affrontando. In questi giorni infatti non si fa che leggere sulla stampa locale degli aumenti, dati ai nominati con incarico politico, ai Consiglieri e al Presidente di Nausicaa (cosi riporta la pagina trasparenza di Nausicaa:  ai titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo)
Ma oltre a questo dato, come se non bastasse, si configura anche un ennesimo conflitto d’interessi:
Da quanto si evince, un  componente del cda della stessa Nausica, Dott.ssa Gemma  Ceccarelli, che per l’incarico ricoperto si è passati  da € 11,700,00 dell’anno 2019 a € 15.000,00 nel 2020, nonostante questa ancora ricopra un incarico di membro del collegio sindacale in Compass Onlus, Cooperativa che lavora per Nausicaa con appalti da centinaia di migliaia di euro. Evidentemente in conflitto con le norme anti corruzione e che merita la segnalazione all’ente nazionale Anac, ossia l’Autorità preposta dal governo e dalla Comunità Europea per vigilare su questi conflitti d’interesse che possono poi trasformarsi in momenti di delitto per corruzione e per inquinamento delle norme di libera concorrenza.
Ma continuando con i dati leggiamo che per il presidente Dott.Luca Cimino si è passato da € 22.500,00 di retribuzione all’anno a €. 30.000,00, e per Il direttore generale Dott.ssa Lucia Venuti dall’anno 2018 percepisce la modica somma di € 165.018,00.
I 5 stelle o grillini dovrebbero spiegare ai cittadini come in questo momento critico possano venire erogati aumenti cosi consistenti ai componenti della CDA Nausicaa e prese sotto gamba situazioni di conflitto nel CDA della più importante azienda pubblica del nostro Comune.

Più informazioni su