Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Focolaio al Cup di Aulla, il Partito Comunista interviene: «Maggiori garanzie e migliori dispositivi di sicurezza»

LUNIGIANA E APUANE – Il Partito Comunista di Massa Carrara interviene sulla situazione del Cup di Aulla, dove ben cinque lavoratori su sette sono stati contagiati dal Covid. «La situazione segnalata dai sindacati, dovuta alla carenza di dispositivi di protezione individuale e di controlli di sicurezza, rappresenta l’ennesimo fallimento della sanità toscana – scrivono in una nota dal Partito –  Gli operatori sanitari, e le loro famiglie, continuano a subire il frutto dei tagli di tutti questi anni alla sanità pubblica portati avanti dai governi di centrodestra e centrosinistra. In tutto questo l’amministrazione regionale a guida Pd non rappresenta un’eccezione».

«Il mito dell’eccellenza della sanità toscana si è frantumato di fronte all’emergenza Covid – secondo il Partito Comunista – posti letto insufficienti, carenza di personale e turni sfiancanti, dispositivi di protezione individuale inadatti o assenti, punizioni per i medici e operatori che hanno “osato” parlare della situazione negli ospedali e nelle Rsa».Il Partito, infine, si unisce alla denuncia dei sindacati e chiedono maggiori garanzie, migliori dispositivi e misure di sicurezza per gli operatori sanitari e i lavoratori del Cup.