LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Oltre 83mila euro per la sistemare il Parco Fiera, ma regna comunque il degrado»

LUNIGIANA E APUANE – «Il Parco Fiera da molti anni soffre di un degrado lento e costante costituito dalla morte dei nostri meravigliosi castagni. Davanti ai nostri occhi seccano ogni anno due o tre piante, il manto erboso è un ricordo lontano». Dicono i consiglieri di minoranza Valeria Vasoli, Amedea Cinquanta e Davide Bianchi di “Il futuro di Tresana”, ricordando che anche se l’amministrazione è intervenuta con una cifra di 20 mila euro di spesa per l’acquisto di nove panchine in legno, per la sistemazione della siepe sulla strada e per la piantumazione di nove castagni, «sei sono seccati quasi subito dopo averli piantati».

«Ora sono in corso lavori per la sistemazione della struttura, lavori necessari sicuramente, per un importo di ben 63.725 euro» sottolineano i consiglieri e chiedono all’assessore all’ambiente: «dopo aver speso 20mila euro e ora altri 63.725, per un totale 83.725 euro, quale risultato sarà raggiunto per risolvere il problema più urgente e più importante che riguarda il Parco, ossia salvare le piante in essere e piantarne molte altre ? Avevamo chiesto già la scorsa estate un intervento mirato sulle Piante di castagno del Parco, possiamo conoscere quanto resta di spesa per questo intervento?».

«Noi – affermano Vasoli, Cinquanta e Bianchi – consideriamo notevoli le risorse destinate alla sistemazione del Parco e al tempo stesso inadeguato l’intervento. L’amministrazione si comporta come quel consumatore che prima acquista l’autoradio, i tappetti per la macchina senza avere il possesso di una macchina. Non possiamo pensare alla struttura, alle panchine – concludono – se tra qualche anno non avremmo più alberi nel Parco».