LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Revocate le elezioni provinciali, Benedetti (Fi): «Lorenzetti prende tempo per recuperare i consensi che oggi gli mancano»

MASSA-CARRARA – “Il presidente della provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti ha revocato le elezioni provinciali, che avrebbero dovuto svolgersi il 13 dicembre prossimo, con il decreto n. 83 del 12/11/2020. Questo atto segue il decreto del Governo avente per oggetto “Disposizioni urgenti per il differimento di consultazioni elettorali per l’anno 2020″, approvato il 6 novembre scorso dal Consiglio dei ministri, con il quale le elezioni di province e comuni commissariati per mafia potranno svolgersi entro il 31 marzo 2021. Essendo la nostra Provincia di secondo livello, credo che questa iniziativa poteva e doveva essere risparmiata ai cittadini, già fin troppo stremati dal mal governo della Provincia per causa proprio di Lorenzetti che poco o nulla ha fatto in questi anni, oltre ai danni che attualmente sono attenzionati dalla Corte dei Conti Regionale”. E’ intervenuto così in una nota Stefano Benedetti, vice coordinatore provinciale di Forza Italia, contro il presidente della provincia Gianni Lorenzetti.

“Preciso che le province di primo livello votano regolarmente – continua – e quindi è comprensibile la decisione di rinviare le elezioni, stante l’ emergenza Covid-19, ma in quelle di secondo grado, come la nostra, dove votano solamente i Consiglieri Comunali, sarebbe stato sufficiente affrontare la tornata elettorale in sicurezza, garantendo, quindi, ai cittadini, la normale scadenza e quindi l’elezione del nuovo Presidente e del Consiglio Provinciale. D’altronde Gianni Lorenzetti è in carica ininterrottamente dal 2016 e francamente, mi sembrerebbe giusto e rispettoso procedere ad una verifica della fiducia da parte dei rappresentanti del popolo, che in questo caso sono proprio i Consiglieri Comunali che esprimono il voto. A questo punto di certo c’è solo che il Presidente Lorenzetti ha sfruttato l’input arrivato dal Governo per allungarsi il mandato amministrativo, consapevole che andando a votare fra venti giorni circa, la sua elezione sarebbe stata molto dubbiosa. In questi casi, un po’ come il Governo Centrale, Lorenzetti si è preso un po’ di tempo per tentare di recuperare i consensi che oggi sembrano mancargli e quindi per cercare in tutti i modi di rimanere in piedi e poter continuare a governare la Provincia. E’ ciò è dimostrato dal fatto che lo stesso ha ordinato la revoca delle elezioni, ma nel contempo non ha provveduto ad emettere un altro decreto con cui fissare la data delle nuove e ciò in barba a tutti i principi di Democrazia e Trasparenza che, evidentemente, non conosce o fa finta di non conoscere”.

“Credo che gli attuali Consiglieri Provinciali – conclude Benedetti – rappresentando in pieno le istanze dei cittadini, dovrebbero richiamarlo all’ordine, stimolando una riflessione che lo riconduca alla realtà e quindi più vicino ai cittadini, presentando e discutendo una mozione proprio su questa delicata questione, con l’obiettivo di arrivare a stabilire e condividere la data delle nuove elezioni”.