Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Seconde case, Martisca (Fi): «Il nuovo Dpcm mette a rischio la nostra provincia»

CARRARA – «Dopo l’ultimo Dpcm che entrerà in vigore da venerdì 6, dove la nostra regione è stata definita zona gialla, la nostra provincia è a forte rischio invasione da parte di chi ha una secondo casa sul litorale apuano». A riportare l’attenzione sulla questione, già verificatasi durante la prima ondata della pandemia da coronavirus, è Lucian Matrisca di Forza Italia Carrara.

Il partito pretende dei controlli fissi alle stazioni e ai caselli autostradali «perché – spiega Matrisca – non possiamo permettere che la nostra provincia diventi un nuovo focolaio a livello nazionale, a questo dovrà pensare il presidente della provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti, che dovrà trovare un accordo nelle prossime ore con il prefetto, facendo il possibile per salvare la nostra provincia. Dopo le varie restrizioni da parte del Governo Conte, che ha dato carta bianca alle regioni per cercare di contenere l’espansione del virus, ci aspettiamo un intervento decisivo da parte del Pd, che governa sia in regione che in provincia, e se questi controlli non verranno effettuati sapremo a chi dare la colpa in caso di un eventuale focolaio locale. Regioni come la Sardegna sono state penalizzate proprio per i rientri delle persone che tornavano dall’estero o dalla penisola, e non possiamo permettere di mettere a rischio i nostri cittadini, essendo anche al confine con una regione arancione. Tutto questo potrebbe mettere in difficoltà anche i nostri ospedali – continua Matrisca – i quali sarebbero sovraffollati in caso di invasione da parte di chi ha seconde case sulla costa. Pertanto Forza Italia Carrara riporta il pensiero di molti cittadini carrarini, i quali hanno sempre rispettato le regole e si sono adattati alle nuove restrizioni e invita Gianni Lorenzetti a salvaguardare la nostra provincia, perche non ci meritiamo una chiusura totale che potrebbe mettere in ginocchio la nostra provincia. Ci aspettiamo un intervento anche da parte del nostro sindaco – conclude Mastrisca – il quale ha promesso solidarietà e aiuti ai propri cittadini. È il momento di aiutare i cittadini, non di fare promesse».