Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Dpcm, Tonlazzerini (Fi): “Così il governo ci ha illuso di aver fermato il covid”

TOSCANA – «I poteri straordinari, che dovevano tutelare gli italiani, abbattere la burocrazia, sostenere le imprese, i lavoratori e supportare le famiglie, stanno, in realtà, condannando a morte migliaia di attività. Il governo giallo-rosso ha bruciato il vantaggio, che gli italiani si erano conquistati con profondi sacrifici, sul virus e dpcm dopo dpcm ha demolito i punti cardine del Paese: sanità, lavoro ed istruzione. I gravi ed intollerabili ritardi manifestati a livello centrale, purtroppo, si sono riscontrati anche nella nostra Regione: anche in Toscana, il governo di centro sinistra era talmente impegnato a fare propaganda elettorale, che si è lasciato sfuggire ciò che stava accadendo nel mondo». Così Luca Tonlazzerini, responsabile del dipartimento cultura di  Forza Italia Massa commenta l’operato del governo Conte e del presidente Eugenio Giani riguardo la seconda ondata dell’emergenza sanitaria da covid-19.

«La Toscana, a causa dell’indolenza del suo governo, è una delle regioni più colpite dal Covid e si colloca tra quelle con la maggiore incidenza settimanale di contagio, ben al di sopra della media nazionale – prosegue – Indubbiamente i vertici dell’esecutivo regionale, sono stati colti di sorpresa, infatti nessuno si sarebbe mai aspettato una ‘seconda ondata’, altrimenti di certo saremmo stati tutelati, gli studenti non sarebbero stati mandati ad ammassarsi dentro ai mezzi di trasporto, non si sarebbe
atteso novembre per dare l’opportunità ai medici di base di effettuare tamponi o per ricercare ‘alberghi sanitari’ o, ancora, per allestire nuovi posti in terapia intensiva: sicuramente, se il governo di centro sinistra avesse anche solo pensato alla possibilità della ‘seconda ondata’, non si sarebbe fatto trovare impreparato. In fondo chi di noi se lo sarebbe potuto aspettare? – conclude Tonlazzerini – Visto che era così complesso prevedere questo scenario spero che tra Firenze e Montecitorio, riescano almeno ad afferrare questo detto “è inutile chiudere la stalla quando i buoi sono scappati».