LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sanac, Battistini (Lega): «Nardi, sa dirci se la politica romana è d’accordo sulla battaglia?»

Il consigliere leghista risponde alle dichiarazioni emerse sulla stampa della deputata del Pd riguardo alla vertenza dell'azienda massese

MASSA – «Forse l’onorevole Martina Nardi non ha letto attentamente il mio comunicato» replica il consigliere Marco Battistini della Lega dopo le dichiarazioni emerse sulla stampa nei giorni scorsi riguardo a ciò che era emerso dall’incontro con i sindacati durante la commissione attività produttive del Comune di Massa di venerdì scorso.

«Dato che su nessuno dei punti sollevati l’onorevole ha risposto, preferendo attaccarmi gratuitamente, con pazienza glieli ribadisco: gli incontri che sta svolgendo a Roma, di cui ero perfettamente a conoscenza, ci è stato detto che al momento non stanno aggiungendo nuove informazioni rispetto a quelle già note. Mi domando – dice Battistini – se saranno sufficienti dato che questa situazione è sul tavolo del governo da oltre un anno e come lei stessa ha ammesso in precedenti sue dichiarazioni alla stampa “di tempo se ne è perso anche troppo”. Potrebbe per esempio adoperarsi affinché al prossimo tavolo al Mise fosse presente il Ministro. – in seconda battuta il consigliere attacca la Regione – Dalla Regione Toscana sembra che nessuno abbia dato segni di vita su questa problematica, dalle recenti elezioni. L’onorevole Nardi nelle settimane precedenti aveva annunciato convocazioni anche degli Enti Locali ma al momento nessuna convocazione è giunta al Comune di Massa. L’Onorevole ci avrà ripensato?».

Inoltre Battistini respingo con indignazione e fermezza l’accusa che l’Onorevole fa alla Lega di voler fare campagna elettorale sulla pelle dei lavoratori, la definisce «un’affermazione sgradevole e non veritiera». Per quanto riguarda la commissione comunale che il consigliere presiede, dice: «nonostante non sia possibile per noi agire direttamente sulla questione, durante la prossima seduta disponibile è già mia intenzione mettere all’ordine del giorno la stesura di un documento condiviso da tutte le parti politiche rivolto a tutte le personalità istituzionali che possono far sentire la loro voce per i lavoratori Sanac. Il mio unico scopo, sia con la seduta di commissione che col mio precedente comunicato, è di mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sui lavoratori Sanac – spiega – questo è un momento cruciale, data la prossima scadenza della fideiussione, per cui è senz’altro il caso di suonare la sveglia a tutti coloro che hanno la reale possibilità di agire e hanno l’onere e onore di rappresentare la nostra comunità nelle sedi istituzionali preposte allo scopo. Il fine è quello di collaborare assieme, senza distinzioni di bandiera politica, uniti in un’unica battaglia per non scollegare il futuro di Sanac a quello dell’ex Ilva. L’Onorevole – conclude Battistini rivolgendosi direttamente a Nardi – è in grado di dirci almeno se la politica romana è d’accordo su questa battaglia?».