LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Consiglio comunale in video conferenza, Roberta Dei: «Qualcuno spieghi le contraddizioni»

Più informazioni su

MASSA- Il consiglio comunale di Massa continuerà ad essere tenuto in modalità telematica almeno fino al 31 gennaio 2021, a seguito dei recenti sviluppi della pandemia del Covid-19. Una decisione che non può che creare divisioni all’interno del consiglio stesso.

«Esistono due relazioni per l’uso della sala del consiglio comunale fatte dal responsabile della sicurezza del Comune di Massa Vitaloni e sono molto contrastanti. Quando lo scorso Maggio, usciti dal confinamento, si è trattato di rispondere alla richiesta della Procura di Massa ha redatto una relazione che permetteva un utilizzo in sicurezza per non meno di 81 persone. Tre mesi dopo, a metà Agosto, rispondendo alla richiesta del Presidente Benedetti ha negato che meno di 50 persone potessero svolgere attività politico amministrativa nella stessa sala. Nella relazione per il Presidente Benedetti ci sono conclusioni poco tecniche come quella di aprire la sala X Aprile al pubblico così da impedire lo spostamento dei consiglieri comunali in quegli stessi posti attrezzandoli in maniera adeguata»

La Dei esige chiarezza sulle contraddizioni da lei trovate nelle relazioni sulla sicurezza «Vitaloni ha messo a grave rischio la salute di coloro che hanno partecipato all’incidente probatorio della Procura di Massa sul crollo del ponte di Albiano? Perché Vitaloni con i consigli comunali online a Maggio garantiva che la sala del consiglio fosse sicura per non meno di 81 persone? Perché a Maggio il Presidente Benedetti con una relazione favorevole all’utilizzo della sala X Aprile li convocava online? La relazione di Maggio certifica che si possono usare i bagni per 81 persone senza sanificazione costante; allora come mai per la sala consiliare esistono problemi per il singolo microfono di ogni singolo consigliere? Perché Vitaloni ieri parlava di poter sanificare “almeno una volta al giorno” la sala e oggi nega questa possibilità? Perché Vitaloni afferma ad Agosto che la parte della sala destinata al pubblico non possa essere lasciata ai consiglieri comunali come è accaduto nell’incidente probatorio per indagati e CT di parte? Dalla relazione di Agosto sull’utilizzo della sala X Aprile traspare un’opposta valutazione sulla sicurezza rispetto a quella fatta per la Procura di Massa a Maggio appena usciti dal lockdown. A questo punto occorre che qualcuno chiarisca queste evidenti contraddizioni; potrebbero essere il Prefetto e il Procuratore della Repubblica di Massa Carrara a sgombrare il campo dai dubbi visto che entrambe le istituzioni sono direttamente o indirettamente coinvolte nella diatriba sull’utilizzo della sala X Aprile.»

Più informazioni su