LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Elezioni 2020, alle 19 affluenza in crescita a Massa-Carrara: 30% degli apuani alle urne foto

Nel Comune di Villafranca in Lunigiana (dove si vota anche per le elezioni amministrative) si è registrata la maggiore affluenza, del 37,05%. A Zeri invece il dato più basso, 19,01%

Più informazioni su

MASSA-CARRARA – Alle 19, il 36% per cento dei toscani e delle toscane aventi diritto al voto si è recato alle urne per eleggere presidente e consiglieri della Regione. A Massa-Carrara il dato scende al 30,98%, registrando 53.127 votanti su 171.462 degli aventi diritto.

Nel Comune di Villafranca in Lunigiana (dove si vota anche per le elezioni amministrative) si è registrata la maggiore affluenza, del 37,05%. A Zeri invece il dato più basso, 19,01%

Il Ministero dell’Interno registra un’affluenza del 38,11% per le votazioni del referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari. Percentuale che a Massa-Carrara scende al 34%.

CARRARA

Intorno alle 17 al seggio Taliercio di Marina di Carrara l’affluenza alle urne si aggirava intorno al 24%. Stessa percentuale, più o meno, ad Avenza, alle scuole “Finelli”. Un dato che al momento conferma, tutto sommato, quelle che erano le previsioni sulle intenzioni dei cittadini. Ingressi contingentati e file separate fuori dalle strutture, igienizzanti, mascherine e distanziamento: le regole sono sempre le stesse, quelle che da mesi sono entrate nella routine degli italiani.

Pochi i giovani alle urne. Presenti soprattutto adulti e anziani. Uno di questi, Lino Dimoni, fuori dal seggio Taliercio confessa: “Al referendum ho votato “Sì”. Meno parlamentari abbiamo, meglio è per noi cittadini che abbiamo bisogno di soldi, che comunque temo non avremo lo stesso. Le regionali? Sono leghista, lo sono sempre stato. Spero che in Toscana si verifichi una svolta. Vorrei meno clandestini, non siamo il campo profughi d’Europa”.

“Non avrei potuto votare a destra – dice invece Alice Ferri – perché i miei ideali sono troppo lontani dai loro. Comunque prevedo una sfida aperta fino all’ultimo. La Toscana un tempo era molto “rossa”, si sa. Ma oggi la destra ha guadagnato una fetta importante. Riguardo al referendum – aggiunge poi – sono per il “no”. Quando si va ad intaccare la Costituzione, come in questi casi, si entra in questioni troppo delicate”.

 

 

Più informazioni su