LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Rifiuti, Carc: «I cittadini discutano di una nuova gestione alla nostra festa»

Domani inizia la festa di Riscossa Popolare del partito dei Carc

Più informazioni su

MASSA – Presidio davanti all’Asmiu del partito dei Carc. “Domani inizia la nostra festa – spiegano i militanti – e per svolgerla nelle migliori condizioni d’igiene abbiamo richiesto due cassonetti per la raccolta dell’organico. L’azienda ci ha chiesto di pagare trecento euro per il servizio”. Troppo secondo i Carc, che questa mattina hanno chiesto di incontrare l’amministratore unico, Massimilano Fornari. “Non siamo riusciti a parlargli – spiegano – a fargli capire che per noi è un nuovo ostacolo alla realizzazione della festa”.
“Con la costruzione della festa di fatto partecipiamo anche noi alla ripresa delle attività – continuano – invitando a partecipare compagni da tutto il paese aiutiamo i commercianti, acquistando i prodotti dai fornitori locali e rimettendo in modo i campeggi e i fornitori di tutte le sagre e feste che quest’anno hanno rinunciato”.
“Il processo di aziendalizzazione del servizio pubblico non solo pone in secondo piano le reali necessità delle masse popolari a favore del profitto, ma va anche a discapito dei lavoratori, che si trovano assunti da cooperative in subappalto con contratti precari, stagionali o dall’Asmiu a fare lavori faticosi e logoranti in cambio di misere buste paga”. Da qui l’invito a partecipare alla festa anche per discutere di questo tema: “i comitati ambientalisti e cittadini che hanno a cuore il territorio possono approfittare della festa come occasione per organizzarsi tra loro, formare dei comitati di controllo popolare e di proposte e utilizzare il dibattito dell’undici agosto per porre tali questioni ai candidati delle elezioni regionali di settembre”.

Più informazioni su